Military aircraft

Filter
B-26B Marauder 1/48 - ICM 48322
SKU ICM-48322
Brand ICM
Scale: 1/48
Nation: United States of America
Period: WWII
Type: Aircraft
Category Kit

Kit aereo B-26B Marauder con piloti USAAF e personale di terra D-Day 80 in scala 1/48 - Modello ICM. Il D-Day 80 B-26B Marauder è un riferimento a una commemorazione del famoso bombardiere medio americano Martin B-26 Marauder, specificamente una variante B-26B, nell'ambito del 80º anniversario del D-Day, lo sbarco in Normandia avvenuto il 6 giugno 1944 durante la Seconda Guerra Mondiale. Caratteristiche del Martin B-26 Marauder Design e Costruzione: Produttore: Martin Aircraft Corporation. Tipo di Velivolo: Bombardiere medio bimotore. Periodo di Produzione: 1941-1945. Specifiche Tecniche del B-26B Marauder: Motori: Due motori radiali Pratt & Whitney R-2800-5 Double Wasp, ciascuno con una potenza di 1.850 cavalli. Apertura Alare: 21,6 metri. Lunghezza: 17,8 metri. Velocità Massima: Circa 460 km/h. Autonomia: Circa 1.850 km. Armamento: Fino a 3.000 kg di bombe; armato con mitragliatrici calibro .50 in varie postazioni per la difesa. Ruolo e Impiego durante la Seconda Guerra Mondiale: Operazioni: Utilizzato principalmente per missioni di bombardamento tattico e strategico contro obiettivi in Europa e nel teatro del Pacifico. D-Day (6 giugno 1944): Il B-26 Marauder ha giocato un ruolo significativo nelle operazioni del D-Day, fornendo supporto aereo ai soldati alleati durante l'invasione della Normandia, bombardando posizioni tedesche, linee di comunicazione e difese costiere. Commemorazione del 80º Anniversario del D-Day D-Day 80: Significato: Il 80º anniversario del D-Day è una commemorazione delle operazioni alleate di sbarco in Normandia, un evento cruciale che ha contribuito alla liberazione dell'Europa dall'occupazione nazista. Eventi: Celebrazioni, rievocazioni storiche, esibizioni aeree e altre attività per onorare i veterani e ricordare il sacrificio e il coraggio delle forze alleate. B-26B Marauder nella Commemorazione: Rievocazioni Storiche: Il B-26B Marauder è spesso presente in manifestazioni aeree e rievocazioni per rappresentare il contributo dell'aviazione alleata durante la Seconda Guerra Mondiale. Esibizioni: Spesso, esemplari restaurati del B-26 Marauder partecipano a voli commemorativi e sono esposti in musei aeronautici per educare il pubblico sulla storia e l'importanza di questi bombardieri. Importanza Storica del B-26 Marauder Contributo Militare: Efficienza: Il B-26 Marauder è stato uno dei bombardieri medi più efficienti degli Alleati, con una delle più basse percentuali di perdite per missione. Innovazione: Il design del B-26 ha introdotto molte innovazioni, tra cui un carrello di atterraggio triciclo e una struttura aerodinamica avanzata per l'epoca. Eredità: Riconoscimento Storico: Il B-26 è ricordato per il suo ruolo cruciale in molte operazioni aeree durante la guerra, inclusi i raid preparatori al D-Day e il supporto diretto durante l'invasione. Memoria e Educazione: Le commemorazioni come il D-Day 80 aiutano a mantenere viva la memoria dei sacrifici fatti durante la guerra e l'importanza di tali velivoli nel successo delle operazioni militari. Conclusione Il D-Day 80 B-26B Marauder rappresenta la commemorazione dell'80º anniversario dello sbarco in Normandia, con particolare attenzione al contributo del bombardiere medio Martin B-26 Marauder. Questo velivolo ha avuto un ruolo significativo durante la Seconda Guerra Mondiale, in particolare durante le operazioni del D-Day, ed è ricordato e onorato in eventi storici e commemorativi per il suo impatto sulla guerra e il suo contributo alla vittoria alleata.  

 
104,00

The item has been added to your cart

Go to cart

You have reached the maximum quantity that can be added to the cart

Go to cart
Mirage III 1/48 - ITALERI 2816
SKU ITA-2816
Brand ITALERI
Scale: 1/48
Nation: France
Period: Modern
Type: Aircraft
Category Kit

 Kit aereo Mirage III in scala 1/48 - Modello Italeri.DECAL PER 4 VERSIONI - FOGLIO ISTRUZIONI A COLORI Il Dassault Mirage III è un caccia supersonico multiruolo francese sviluppato e prodotto dalla Dassault Aviation negli anni '50. È noto per essere uno dei primi aerei da combattimento in grado di raggiungere velocità superiori a Mach 2. Il Mirage III è stato ampiamente utilizzato da numerose forze aeree in tutto il mondo ed è diventato uno dei caccia più iconici della Guerra Fredda. Caratteristiche Principali del Mirage III Progettazione e Costruzione: Origini: Progettato nei primi anni '50 in risposta a una specifica del governo francese per un caccia leggero supersonico. Il primo volo del prototipo avvenne nel 1956. Entrata in Servizio: Il Mirage III entrò in servizio con l'Aeronautica Militare Francese (Armée de l'Air) nel 1961. Design e Configurazione: Struttura: Monoplano a delta, con ali a forma di delta senza piani di coda orizzontali, caratteristica che conferisce eccellenti prestazioni ad alta velocità. Materiali: Costruito principalmente in lega di alluminio, con alcune parti in acciaio e titanio per resistere alle alte temperature generate durante il volo supersonico. Motorizzazione: Motore: Equipaggiato con un motore a reazione Snecma Atar 9, che fornisce una spinta notevole con postcombustione. Prestazioni: Capace di raggiungere una velocità massima di oltre Mach 2 (circa 2.336 km/h) e un'autonomia di combattimento di circa 1.200 km. Avionica e Sistemi di Missione: Radar: Dotato di radar Cyrano I per l'intercettazione e la navigazione. Strumentazione: Avionica relativamente avanzata per l'epoca, con sistemi di guida e controllo del fuoco integrati. Armamento: Cannoni: Armato con due cannoni DEFA da 30 mm montati nel muso. Missili: Capacità di trasportare missili aria-aria come il Matra R530 e missili aria-superficie. Bombe e Razzi: Può essere configurato per trasportare bombe convenzionali, razzi e altre munizioni per missioni di attacco al suolo. Ruolo Operativo Contesto Storico: Impiego: Utilizzato principalmente come intercettore e caccia multiruolo, ma anche per missioni di attacco al suolo e ricognizione. Teatri di Guerra: Ha partecipato a numerosi conflitti, tra cui la Guerra dei Sei Giorni (1967) e la Guerra dello Yom Kippur (1973), dove è stato utilizzato con successo dalle forze aeree israeliane. Varianti: Mirage IIIE: Variante multiruolo con avionica migliorata e maggiore capacità di carburante. Mirage IIIC: Versione intercettore con armamento aria-aria e capacità di alta velocità. Mirage IIIR: Variante da ricognizione con telecamere al posto del radar. Prestazioni e Affidabilità Prestazioni: Velocità: Una delle prime caratteristiche che ha reso famoso il Mirage III è la sua capacità di raggiungere velocità supersoniche superiori a Mach 2. Manovrabilità: Eccellente manovrabilità a quote elevate, grazie al design a delta che offre un equilibrio tra velocità, stabilità e capacità di carico. Affidabilità: Robustezza: Considerato un aereo robusto e affidabile, capace di operare in una varietà di condizioni ambientali e operative. Manutenzione: Progettato per essere relativamente facile da mantenere e riparare, anche in condizioni di campo. Comparazione: Confronto con Contemporanei: Rispetto ad altri caccia dell'epoca come l'F-4 Phantom II e il MiG-21, il Mirage III era noto per la sua eccellente combinazione di velocità, manovrabilità e versatilità operativa. Conclusione Il Dassault Mirage III è stato un pilastro delle forze aeree di molti paesi durante la Guerra Fredda, grazie alle sue eccellenti prestazioni supersoniche, manovrabilità e capacità multiruolo. Con una carriera operativa che ha visto numerosi conflitti e adattamenti tecnologici, il Mirage III ha lasciato un'impronta significativa nella storia dell'aviazione militare e continua ad essere ricordato come uno dei caccia più iconici e influenti del XX secolo.  

 
37,00

The item has been added to your cart

Go to cart

You have reached the maximum quantity that can be added to the cart

Go to cart
F-86F Sabre Asso della Guerra di Corea 1/48 - HASEGAWA 07532
SKU HAS-07532
Brand HASEGAWA
Scale: 1/48
Nation: United States of America
Period: Guerra di Corea
Type: Aircraft
Category Kit

Kit aereo F-86F Sabre Asso della Guerra di Corea in scala 1/48 - Modello Hasegawa. Il F-86F Sabre "Asso della Guerra di Corea" si riferisce a una versione specifica del North American F-86 Sabre, un jet da caccia a reazione utilizzato durante la Guerra di Corea. L'appellativo "Asso della Guerra di Corea" si riferisce ai piloti di F-86F che hanno ottenuto un notevole successo nel conflitto, diventando aces, ovvero piloti con cinque o più vittorie aeree confermate. Caratteristiche del F-86F Sabre Progettazione e Storia: Origine: Il North American F-86 Sabre è stato uno dei caccia a reazione più significativi della Guerra di Corea. Progettato da North American Aviation, è stato il primo caccia a reazione a ottenere una significativa superiorità aerea durante il conflitto. Versione F: La versione F è un miglioramento della serie Sabre, con un motore potenziato, sistemi avionici avanzati e una fusoliera modificata rispetto ai modelli precedenti. Specifiche Tecniche: Motore: Equipaggiato con il motore a reazione General Electric J47, che fornisce una potenza di circa 5.200 libbre di spinta. Velocità: Può raggiungere una velocità massima di circa 1.070 km/h (665 mph) a livello del mare. Armamento: Solitamente armato con sei mitragliatrici Browning M3 da 12,7 mm e razzi o bombe sotto le ali, a seconda della missione. Ruolo e Utilizzo: Ruolo: L'F-86F era principalmente utilizzato come caccia da superiorità aerea e intercettore. Era progettato per combattere contro i caccia a reazione MiG-15 dell'Unione Sovietica, che erano i principali avversari durante la Guerra di Corea. Prestazioni: Era noto per la sua manovrabilità e velocità, rendendolo un avversario temibile in dogfight (combattimenti aerei ravvicinati). "Asso della Guerra di Corea" Piloti Aces: Definizione: Un asso è un pilota da caccia che ha abbattuto cinque o più aerei nemici. Durante la Guerra di Corea, diversi piloti di F-86 Sabre raggiunsero lo status di asso, dimostrando l'efficacia e la superiorità del Sabre nel combattimento aereo. Esempi Famosi: Alcuni dei piloti più noti includono il Maggiore Robert S. Johnson e il Capitano Joseph C. McConnell Jr., che hanno ottenuto numerose vittorie aeree con l'F-86. Contributo alla Guerra di Corea: Superiorità Aerea: Gli F-86F Sabre giocarono un ruolo cruciale nel mantenere la superiorità aerea delle forze delle Nazioni Unite contro le forze nordcoreane e cinesi. Bilanciamento del Conflitto: I piloti di Sabre furono fondamentali nel contrastare i MiG-15, contribuendo a un equilibrio di potere aereo durante la guerra. Importanza Storica e Eredità Eredità del F-86F Sabre: Innovazione: Il F-86F rappresentava una delle prime realizzazioni dell'aviazione a reazione, con innovazioni come il profilo alare a freccia che migliorava la manovrabilità e la velocità. Storia: Il successo del Sabre nella Guerra di Corea ha stabilito standard per i futuri caccia a reazione e ha dimostrato l'importanza della superiorità aerea nei conflitti moderni. Collezionismo e Riconoscimento: Musei e Collezioni: Esempi dell'F-86F Sabre sono esposti in musei di aviazione in tutto il mondo, e il velivolo è ricordato come un simbolo della Guerra di Corea e dell'evoluzione dell'aviazione militare. Conclusione Il F-86F Sabre "Asso della Guerra di Corea" è una versione avanzata di uno dei caccia a reazione più significativi della Guerra di Corea. Con il suo design innovativo e il successo sul campo di battaglia, l'F-86F ha giocato un ruolo cruciale nel conflitto, e il titolo "Asso" si riferisce ai piloti che hanno dimostrato un'eccezionale abilità e successo nel combattimento aereo. La sua eredità è testimoniata dalla sua importanza storica e dal riconoscimento che continua a ricevere nei musei e nelle collezioni di tutto il mondo.  

 
52,00

The item has been added to your cart

Go to cart

You have reached the maximum quantity that can be added to the cart

Go to cart
F-35C Lightning II 1/72 - ITALERI 1469
SKU ITA-1469
Brand ITALERI
Scale: 1/72
Nation: United States of America
Period: Modern
Type: Aircraft
Category Kit

Kit aereo F-35C Lightning II in scala 1/72 - Modello Italeri.SUPER DECAL PER 4 VERSIONI - PEZZI PER CONFIGURAZIONE ''BEAST MODE'' - NUOVA MASCHERA ADESIVA PRETAGLIATA PER PANNELLATURE RAM   L'F-35C Lightning II è una variante del caccia multiruolo stealth di quinta generazione Lockheed Martin F-35 Lightning II, progettata specificamente per le operazioni della U.S. Navy (Marina degli Stati Uniti) sulle portaerei. Caratteristiche Principali dell'F-35C Lightning II Progettazione e Costruzione: Origini: Fa parte del programma Joint Strike Fighter (JSF), nato per sviluppare un caccia multiruolo avanzato per diverse forze armate statunitensi e alleate. Entrata in Servizio: L'F-35C ha raggiunto la capacità operativa iniziale (IOC) con la U.S. Navy nel 2019. Design e Configurazione: Struttura: Monoplano ad ala bassa con configurazione a coda singola, progettato per ridurre la sezione radar e aumentare la furtività. Ali: Ali più grandi e robuste rispetto alle altre varianti (F-35A e F-35B) per migliorare la manovrabilità a basse velocità e fornire una maggiore superficie di sollevamento per le operazioni di decollo e atterraggio sulle portaerei. Carrello d'Atterraggio: Progettato per resistere agli impatti degli appontaggi su portaerei, con un carrello d'atterraggio anteriore più robusto e un gancio d'arresto posteriore. Motorizzazione: Motore: Equipaggiato con un motore Pratt & Whitney F135, che fornisce una spinta elevata e affidabile con capacità di postcombustione. Velocità e Raggio d'Azione: Capacità di raggiungere velocità supersoniche e operare a lunghe distanze, con un'autonomia estesa grazie alla capacità di trasportare più carburante rispetto alle altre varianti. Avionica e Sistemi di Missione: Sensori e Furtività: Equipaggiato con sensori avanzati e una suite di guerra elettronica, radar AN/APG-81 AESA, e un sistema di fusione dei dati che integra le informazioni provenienti da vari sensori per fornire una consapevolezza situazionale superiore. Sistema di Visione: Dispone di un sistema di visione distribuita (DAS) e un display montato sul casco (HMD) per il pilota, che consente la visualizzazione delle informazioni critiche direttamente sul visore del casco. Armamento: Interno ed Esterno: Capace di trasportare armi sia nei vani interni, per mantenere la furtività, sia sui piloni esterni per missioni che richiedono una maggiore capacità di carico bellico. Armi Tipiche: Missili aria-aria, aria-superficie, bombe a guida di precisione, e un cannone GAU-22/A da 25 mm. Ruolo Operativo Contesto Storico: Missioni Primarie: Progettato per le operazioni di superiorità aerea, attacco al suolo, ricognizione, e missioni di soppressione delle difese aeree nemiche (SEAD). Utilizzo Navale: Ottimizzato per operare dalle portaerei della U.S. Navy, contribuendo alla proiezione di potenza aerea in aree remote e contese. Vantaggi Operativi: Stealth: Capacità di operare in ambienti contestati senza essere facilmente rilevato dai radar nemici. Multi-missione: Progettato per eseguire una vasta gamma di missioni, grazie alla sua versatilità e ai sistemi avanzati di missione. Networking: Funzionalità di fusione dei dati che consente l'integrazione delle informazioni con altre piattaforme militari, migliorando la coordinazione e l'efficacia operativa. Prestazioni e Affidabilità Prestazioni: Velocità: Può raggiungere velocità supersoniche, con una velocità massima di circa Mach 1.6. Autonomia: Autonomia operativa estesa grazie alla capacità di trasportare più carburante rispetto alle altre varianti F-35. Manovrabilità: Vantaggi: Le ali più grandi e la struttura rinforzata migliorano la manovrabilità a basse velocità, essenziale per le operazioni di decollo e atterraggio sulle portaerei. Comparazione: Confronto con Altre Varianti: Rispetto all'F-35A (variante dell'Air Force) e all'F-35B (variante dei Marines con capacità di decollo e atterraggio verticale), l'F-35C offre migliori prestazioni per le operazioni navali, con un maggiore raggio d'azione e capacità di trasporto di carburante. Conclusione L'F-35C Lightning II rappresenta un'avanzata piattaforma d'attacco e di superiorità aerea per la U.S. Navy, progettata per operare dalle portaerei e per affrontare le sfide delle moderne guerre aeree. Con le sue caratteristiche stealth, avionica avanzata, e capacità multi-missione, l'F-35C è un componente chiave della futura forza aerea navale degli Stati Uniti, capace di proiettare potenza e garantire la superiorità aerea in qualsiasi teatro operativo.

 
44,00

The item has been added to your cart

Go to cart

You have reached the maximum quantity that can be added to the cart

Go to cart
P-51B Mustang 1/72 - ARMA HOBBY 70069
SKU ARMH-70069
Brand ARMA HOBBY
Scale: 1/72
Nation: United States of America
Period: WWII
Type: Aircraft
Category Kit

 Kit aereo da caccia P-51B Mustang in scala 1/72 - Modello Arma Hobby. Il P-51B Mustang è una variante del celebre caccia nordamericano P-51 Mustang, ampiamente utilizzato dalle forze aeree alleate durante la Seconda Guerra Mondiale. La serie Mustang è famosa per le sue eccellenti prestazioni, lunga autonomia e ruolo cruciale nella vittoria alleata. Caratteristiche Principali del P-51B Mustang Progettazione e Costruzione: Origini: Sviluppato dalla North American Aviation in risposta a una richiesta della RAF per un nuovo caccia. Il primo volo del prototipo, XP-51, avvenne nel 1940. Introduzione: Il P-51B entrò in servizio nel 1943, rappresentando una delle prime versioni ad alte prestazioni del Mustang. Design e Configurazione: Struttura: Monoplano ad ala bassa, costruito principalmente in metallo con una fusoliera stretta e aerodinamica. Cockpit: Equipaggiato con un abitacolo chiuso, dotato di un tettuccio "razorback" che limitava parzialmente la visibilità posteriore rispetto alle versioni successive con tettuccio a goccia. Motorizzazione: Motore: Equipaggiato con un motore Packard V-1650-3, una versione su licenza del Rolls-Royce Merlin 61, raffreddato a liquido. Prestazioni: Raggiungeva una velocità massima di circa 700 km/h e aveva un'autonomia operativa estesa fino a 2.200 km con serbatoi di carburante esterni. Armamento: Mitragliatrici: Armato con quattro mitragliatrici Browning M2 da 12,7 mm montate nelle ali. Punti di Attacco: Capacità di trasportare bombe e razzi per missioni di attacco al suolo, aumentando la sua versatilità. Ruolo Operativo Contesto Storico: Impiego: Utilizzato principalmente dall'USAAF (United States Army Air Forces) e dalla RAF (Royal Air Force). Giocò un ruolo cruciale nelle operazioni di scorta a lungo raggio per i bombardieri alleati. Teatri di Guerra: Operò principalmente in Europa, ma fu impiegato anche nel Pacifico e in altri teatri di guerra. Ruolo Operativo: Caccia di Superiorità Aerea: Progettato per ottenere e mantenere la superiorità aerea. Scorta ai Bombardieri: Grazie alla sua lunga autonomia, fu utilizzato per scortare i bombardieri alleati durante le incursioni profonde nel territorio nemico. Attacco al Suolo: Utilizzato anche per missioni di attacco al suolo contro obiettivi terrestri nemici. Prestazioni e Affidabilità Prestazioni: Velocità: Velocità massima di circa 700 km/h. Autonomia: Un'autonomia operativa di circa 2.200 km con serbatoi di carburante esterni, rendendolo ideale per missioni di scorta a lungo raggio. Manovrabilità: Vantaggi: Eccellente manovrabilità e prestazioni complessive, con un'ottima capacità di combattimento ad alta quota grazie al motore Merlin. Svantaggi: La visibilità posteriore era limitata a causa del design "razorback", che fu migliorato nelle versioni successive con il tettuccio a goccia. Comparazione: Contro i Concorrenti: Il P-51B era altamente competitivo rispetto ai caccia tedeschi e giapponesi, spesso superiore in termini di velocità, autonomia e manovrabilità. Conclusione Il P-51B Mustang è stato uno dei caccia più influenti e efficaci della Seconda Guerra Mondiale. Con il suo potente motore Merlin, eccellente manovrabilità e lunga autonomia, ha rivoluzionato le operazioni di scorta e combattimento aereo. Il P-51B ha contribuito significativamente al successo delle operazioni aeree alleate, rappresentando un simbolo di superiorità aerea durante il conflitto.  

 
43,00

The item has been added to your cart

Go to cart

You have reached the maximum quantity that can be added to the cart

Go to cart
P-39Q Airacobra 1/48 - ARMA HOBBY 40010
SKU ARMH-40010
Brand ARMA HOBBY
Scale: 1/48
Nation: United States of America
Period: WWII
Type: Aircraft
Category Kit

Kit aereo da caccia statunitense P-39Q Airacobra in scala 1/48 - Modello Arma Hobby. Il P-39Q Airacobra è una variante del caccia statunitense Bell P-39 Airacobra, utilizzato durante la Seconda Guerra Mondiale. Progettato dalla Bell Aircraft Corporation, il P-39 è noto per il suo design unico, che include il motore montato centralmente dietro la cabina di pilotaggio e l'elica spinta tramite un albero di trasmissione che passava sotto il pavimento del pilota. Caratteristiche Principali del P-39Q Airacobra Progettazione e Costruzione: Origini: Il P-39 fu progettato alla fine degli anni '30 e introdotto nel 1940. Design Unico: Il motore montato centralmente migliorava la manovrabilità, bilanciando il peso attorno al centro di gravità. Design e Configurazione: Struttura: Monoplano ad ala bassa, con una fusoliera elegante e aerodinamica. Motore: Equipaggiato con un motore Allison V-1710 a 12 cilindri, raffreddato a liquido. Armamento: Cannone: Un cannone M4 da 37 mm montato nel muso, sparante attraverso il mozzo dell'elica. Mitragliatrici: Due mitragliatrici Browning M2 da 12,7 mm montate nel muso, e in alcune varianti Q, due mitragliatrici da 12,7 mm aggiuntive montate nelle ali. Punti di Attacco: Capacità di trasportare bombe e razzi per missioni di attacco al suolo. Variante Q: Caratteristiche: La variante Q era l'ultima e più numerosa versione del P-39. Le migliorie rispetto alle versioni precedenti includevano l'armamento migliorato con mitragliatrici da 12,7 mm e modifiche all'armatura e al serbatoio del carburante. Ruolo Operativo Contesto Storico: Impiego: Utilizzato da diverse forze aeree alleate, tra cui la USAAF (United States Army Air Forces), la RAF (Royal Air Force) britannica e l'aeronautica sovietica. Lend-Lease: Numerosi P-39 furono forniti all'Unione Sovietica tramite il programma Lend-Lease, dove divennero molto apprezzati. Ruolo Operativo: Caccia: Progettato principalmente come caccia, il P-39Q era utilizzato per la superiorità aerea. Attacco al Suolo: Equipaggiato per missioni di attacco al suolo grazie alla sua robustezza e alla potenza del cannone da 37 mm. Intercettazione: Utilizzato per intercettare e abbattere aerei nemici. Prestazioni e Affidabilità Prestazioni: Velocità: Velocità massima di circa 580 km/h a livello del mare. Autonomia: Un'autonomia operativa di circa 850 km, variabile in base al carico bellico e al profilo della missione. Manovrabilità: Vantaggi: La configurazione del motore montato centralmente migliorava la manovrabilità e l'equilibrio, rendendolo efficace in combattimenti ravvicinati. Svantaggi: L'assenza di un compressore meccanico ad alte prestazioni limitava le prestazioni ad alta quota, rendendolo meno efficace contro i caccia nemici a quote superiori. Comparazione: Contro i Concorrenti: Il P-39Q era competitivo a bassa e media quota, ma soffriva contro caccia più moderni e meglio equipaggiati ad alta quota. Conclusione Il P-39Q Airacobra è stato uno degli aerei da caccia più distintivi e innovativi della Seconda Guerra Mondiale. Il suo design unico e il potente armamento lo resero efficace in vari ruoli, specialmente nelle missioni di attacco al suolo. Sebbene avesse alcune limitazioni, come le prestazioni ad alta quota, il P-39Q ha lasciato un'impronta significativa nella storia dell'aviazione militare, particolarmente apprezzato nell'aeronautica sovietica durante il conflitto.  

 
47,00

The item has been added to your cart

Go to cart

You have reached the maximum quantity that can be added to the cart

Go to cart
P-51B Mustang Birdcage Canopy 1/48 - EDUARD 82107 -17%
SKU EDU-082107
Brand EDUARD
Scale: 1/48
Nation: United States of America
Period: WWII
Type: Aircraft
Category Kit

PRE-ORDER Kit aereo da caccia statunitense P-51B Mustang in scala 1/48. (Uscita prevista del kit fine Luglio 2024)Consente di costruire l'aereo con la calotta standard Birdcage in una delle sei marcature USAAF.parti in plastica: Eduardopzioni di marcatura: 6decalcomanie: EduardParti in PE: sì, preverniciatemaschera di pittura: sìparti in resina: noInclude decalcomanie per i seguenti aerei:P-51B-10-NA, s/n 42-106730, VF*P, “Reegies Reply”, Capitano John T. Godfrey, 336th FS, 4th FG, 8th AF, Debden, Gran Bretagna, aprile 1944P-51B-5-NA, s/n 43-6787, G4*Q, “Shanty Irish”, Capitano Gil O'Brien, 362nd FS, 357th FG, 8th AF, Leiston, Gran Bretagna, giugno 1944P-51B-5-NA, s/n 43-6461, CS*Q, “Hot Pants”, Tenente Richard Rabb, 370th FS, 359th FG, 8th AF, East Waltham, Gran Bretagna, luglio 1944P-51B-10-NA, s/n 42-106501, CM*M, “Betty Jane”, Col. Charles McCorckle, 31st FG, 15th AF, San Severo, Italia, luglio 1944P-51B-15, s/n 43-24857, 90, “Dorothy II”, Capitano Robert M. Barkey, 318th FS, 325th FG, 15th FS, Lesina, Italia, giugno 1944P-51B-1, s/n 43-12405, 76° FS, 23° FG, Col. DL “Tex” Hill, Cina, 1944

 
42,00 € 34,86

The item has been added to your cart

Go to cart

You have reached the maximum quantity that can be added to the cart

Go to cart
Messerschmitt Me-109G-10 PRE ORDER 1/72 - EDUARD R0022 -10%
SKU EDU-R0022
Brand EDUARD
Scale: 1/72
Nation: Germany
Period: WWII
Type: Aircraft
Category Kit

PRE-ORDER Kit aereo da caccia tedesco Bf 109G-10 in scala 1/72. (Uscita prevista del kit Settembre 2024)Kit dell'edizione Royal Class del famoso aereo da caccia Tedesco Bf 109G-10.La scatola contiene sprue in plastica per due kit completi, decal x 10 varianti, parti in PE, maschera per verniciatura, parti in resina.

 
53,00 € 47,70

The item has been added to your cart

Go to cart

You have reached the maximum quantity that can be added to the cart

Go to cart
Messerschmitt Me-109E-4 - 1/32 - EDUARD 3003 -17%
SKU EDU-03003
Brand EDUARD
Scale: 1/32
Nation: Germany
Period: WWII
Type: Aircraft
Category Kit

PRE-ORDER Kit aereo da caccia tedesco della Seconda Guerra Mondiale Bf 109E-4 in scala 1/32 - Modello Eduard Profipack. (Uscita prevista del kit fine Luglio 2024) Il Messerschmitt Bf 109E-4 è una variante del celebre caccia tedesco Bf 109, utilizzato ampiamente durante la Seconda Guerra Mondiale. Questa versione, conosciuta anche come "Emil," è particolarmente nota per il suo ruolo nella Battaglia d'Inghilterra. Caratteristiche Principali del Messerschmitt Bf 109E-4 Progettazione e Costruzione: Origini: Progettato da Willy Messerschmitt negli anni '30, il Bf 109 è diventato uno dei caccia più prodotti e utilizzati della Luftwaffe. Introduzione: La variante E-4 è stata introdotta nel 1940, con miglioramenti rispetto alle versioni precedenti. Design e Configurazione: Struttura: Monoplano ad ala bassa, con una fusoliera stretta e aerodinamica. Materiali: Costruito principalmente in metallo, con alcune parti in legno e tela. Motorizzazione: Motore: Equipaggiato con un motore Daimler-Benz DB 601Aa a iniezione diretta, capace di erogare circa 1.175 cavalli (875 kW). Prestazioni: Raggiunge una velocità massima di circa 570 km/h e ha un'autonomia operativa di circa 660 km. Armamento: Cannoni: Due cannoni MG FF/M da 20 mm montati nelle ali, in grado di sparare proiettili esplosivi ad alta velocità. Mitragliatrici: Due mitragliatrici MG 17 da 7,92 mm montate sul cofano del motore, sincronizzate per sparare attraverso l'elica. Bombardamento: Alcuni modelli potevano trasportare una piccola bomba sotto la fusoliera per missioni di attacco al suolo. Ruolo Operativo Contesto Storico: Battaglia d'Inghilterra: La versione E-4 ha giocato un ruolo cruciale durante la Battaglia d'Inghilterra nel 1940, dove ha combattuto contro i caccia della Royal Air Force (RAF). Teatri di Guerra: Utilizzato su vari fronti, tra cui il fronte occidentale e orientale, e nel Mediterraneo. Ruolo Operativo: Caccia di Superiorità Aerea: Progettato principalmente per ottenere e mantenere la superiorità aerea. Intercettazione: Utilizzato per intercettare e abbattere bombardieri nemici. Attacco al Suolo: Alcune varianti E-4 erano configurate per missioni di attacco al suolo, bombardando obiettivi terrestri nemici. Prestazioni e Affidabilità Manovrabilità: Conosciuto per la sua eccellente manovrabilità e capacità di combattimento aereo. Affidabilità: Sebbene fosse robusto e potente, il Bf 109E-4 aveva una visibilità limitata dalla cabina di pilotaggio e un carrello di atterraggio stretto che poteva causare problemi durante il decollo e l'atterraggio. Comparazione: Confrontato con i suoi contemporanei, come il Supermarine Spitfire e l'Hawker Hurricane, il Bf 109E-4 era altamente competitivo e spesso superiore in termini di velocità e potenza di fuoco. Conclusione Il Messerschmitt Bf 109E-4 è stato uno dei caccia più iconici e influenti della Seconda Guerra Mondiale. Con il suo potente armamento, motore avanzato e design aerodinamico, ha dominato i cieli durante le fasi cruciali della guerra. La sua versatilità e capacità di operare in vari ruoli hanno fatto del Bf 109E-4 un elemento essenziale della Luftwaffe e un simbolo della superiorità aerea tedesca durante i primi anni del conflitto.  

 
54,00 € 44,82

The item has been added to your cart

Go to cart

You have reached the maximum quantity that can be added to the cart

Go to cart
ACES OF THE EIGHTH 1/72 - EDUARD 2147 -17%
SKU EDU-02147
Brand EDUARD
Scale: 1/72
Nation: United States of America
Period: WWII
Type: Aircraft
Category Kit

PRE-ORDER Kit in edizione limitata del caccia statunitense della seconda guerra mondiale P-51D in scala 1/72. (Uscita prevista del kit fine Luglio 2024)La scatola contiene le marcature del blocco Mustang D-5 con o senza il gruppo pinna dorsale e per i blocchi di produzione successivi fino al D-25. Tutte le marcature sono delle unità dell'8a Air Force. Il kit in plastica include parti per due modelli in scala.Con questo kit puoi costruire un modello del P-51 versione D-5 e un modello della versione D-10 o superiore.parti in plastica: Eduardopzioni di marcatura: 12decalcomanie: EduardParti in PE: sì, preverniciatemaschera di pittura: sìparti in resina: noInclude decalcomanie per i seguenti aerei:P-51D-5, s/n 44-13321, HO*, “CRIPES A´MIGHTY 3rd”, Maggiore George E. Preddy Jr., 487th FS, 352nd FG, Bodney, Gran Bretagna, luglio 1944P-51D10, s/n 44-14221, WD*A, “RIDGE RUNNER”, Maggiore Pierce W. McKennon, 335th FS, 4th FG, Debden, Gran Bretagna, aprile 1945P-51D-10, 44-14733, CS*L, “Daddy´s Girl”, Capitano RS Wetmore, 370th FS, 359th FG, Gran Bretagna, marzo 1944  P-51D-20, 44-72218, WZ*I, “Big Beautiful Doll”, Tenente Colonnello John D. Landers, CO del 78° FG, Duxford, Gran Bretagna, marzo 1945P-51D-5, 44-13316, G4*C, “Nooky Booky II”, Leonard K. Carson, 362nd FS, 357th FG, Leiston, Suffolk, Gran Bretagna, giugno 1944P-51D-?, 44-15152, QI*T, “Jersey Jerk”, Maggiore Donald Strait, 361° FS, 365° FG, Gran BretagnaP-51D-10, 44-14223, CL*M, “KATYDID”, Tenente Colonnello Elwyn G. Righetti, CO del 55° FG, Wormingford, Gran Bretagna, dicembre 1944 – marzo 1945  P-51D-10, 44-14164, E2*D, “Detroit Miss”, Tenente UL Drew, 375° FS, 361° FG, Little Walden, Gran Bretagna, settembre - ottobre 1944P-51D-5, 44-13761, MC*I, “Happy Jack´s Go Buggy”, Capitano Jack M. Ilfrey, 79° FS, 20° FG, Kings Cliffe, Northamptonshire, Gran Bretagna, autunno 1944P-51D-10, 44-14733, 5Q*E, “Mary Beth”, Capitano Kirke B. Everson, 504th FS, 339th FG, Fowlmere, Gran Bretagna, aprile 1945  P-51D-?, 44-13677, OS*X, “Miss Steve”, Tenente William G. Cullerton, 357° FS, 355° FG, Steeple Morden, Gran Bretagna, 1944 P-51D-25, 44-63684, Col. Glenn E. Duncan, 350° FS, 353° FG, luglio 1944

 
42,00 € 34,86

The item has been added to your cart

Go to cart

You have reached the maximum quantity that can be added to the cart

Go to cart
Supermarine Spitfire Mk.XVI High Back 1/48 - EDUARD 8286
SKU EDU-08286
Brand EDUARD
Scale: 1/48
Nation: United Kingdom
Period: WWII
Type: Aircraft
Category Kit

Kit aereo da caccia britannico della Seconda Guerra Mondiale Supermarine Spitfire Mk.XVI High Back in scala 1/48 - Modello Eduard Profipack Edition. parti in plastica: Eduard opzioni di marcatura: 6 decalcomanie: Eduard Parti in PE: preverniciate maschera di pittura: sì parti in resina: no Il Supermarine Spitfire Mk.XVI High Back è una variante del celebre caccia britannico Supermarine Spitfire, sviluppato durante la Seconda Guerra Mondiale. Il modello Mk.XVI è noto per l'utilizzo di un motore americano e per alcune caratteristiche uniche rispetto alle altre varianti del Spitfire. Caratteristiche Principali del Supermarine Spitfire Mk.XVI High Back Progettazione e Costruzione: Origini: Il Spitfire Mk.XVI fu sviluppato durante la seconda metà della Seconda Guerra Mondiale, con il primo volo avvenuto nel 1944. Costruttore: Supermarine, una divisione della Vickers-Armstrongs. Design e Configurazione: Configurazione: Monoplano ad ala bassa con carrello di atterraggio retrattile. Struttura: Costruzione interamente in metallo con una fusoliera robusta e aerodinamica. Versione High Back: La versione "High Back" si riferisce alla configurazione della fusoliera posteriore alta, tipica delle prime versioni del Mk.XVI prima di adottare il design con fusoliera posteriore bassa (bubble canopy) nelle versioni successive. Motorizzazione: Motore: Equipaggiato con un motore V-12 Packard Merlin 266, una versione costruita su licenza negli Stati Uniti del famoso motore Rolls-Royce Merlin. Prestazioni: Potenza del motore di circa 1.710 cavalli (1.275 kW), con una velocità massima di circa 656 km/h (408 mph) a 6.400 metri (21.000 piedi) e un'autonomia di circa 760 km (475 miglia). Armamento: Armamento Primario: Dotato di due cannoni Hispano Mk II da 20 mm e due mitragliatrici Browning .50 cal (12,7 mm) montate sulle ali. Opzioni di Carico: Capacità di trasportare bombe o serbatoi supplementari di carburante per estendere l'autonomia operativa. Utilizzo Operativo Contesto Storico: Introduzione: Il Spitfire Mk.XVI fu introdotto nel 1944 e utilizzato intensamente negli ultimi anni della Seconda Guerra Mondiale. Evoluzione del Design: Il Mk.XVI rappresenta un'evoluzione del design del Spitfire, sfruttando il motore Packard Merlin per migliorare le prestazioni e la produzione. Ruolo Operativo: Caccia di Scorta e Intercettore: Utilizzato principalmente come caccia di scorta per bombardieri e come intercettore di aerei nemici. Supporto Tattico: Impiegato in missioni di supporto tattico e attacco al suolo grazie alla capacità di trasportare bombe. Prestazioni e Affidabilità: Prestazioni di Volo: Conosciuto per l'eccellente manovrabilità e le alte prestazioni a bassa e media quota. Affidabilità: La costruzione robusta e l'affidabilità del motore Packard Merlin contribuirono alla reputazione del Mk.XVI come una delle versioni più efficaci del Spitfire. Paesi Utilizzatori: Regno Unito: Principalmente utilizzato dalla Royal Air Force (RAF). Altri Paesi: Dopo la guerra, alcuni esemplari furono utilizzati da altre forze aeree alleate. Conclusione Il Supermarine Spitfire Mk.XVI High Back rappresenta una delle numerose varianti di uno dei caccia più iconici della storia dell'aviazione. La combinazione di un motore potente, eccellente manovrabilità e robusta costruzione fece del Mk.XVI un'importante risorsa per la RAF negli ultimi anni della Seconda Guerra Mondiale. La versione High Back mantiene il design classico del Spitfire con la fusoliera posteriore alta, che in seguito fu modificata nelle versioni con canopy a bolla per migliorare la visibilità del pilota.  

 
36,00

The item has been added to your cart

Go to cart

You have reached the maximum quantity that can be added to the cart

Go to cart
Messerschmitt Me-109G-6 Erla 1/48 - EDUARD 84201
SKU EDU-084201
Brand EDUARD
Scale: 1/48
Nation: Germany
Period: WWII
Type: Aircraft
Category Kit

Kit aereo da caccia tedesco della seconda guerra mondiale Bf 109G-6 versione Weekend Edition in scala 1/48 - Modello Eduard. I veri Messerschmitt presentati in questo kit sono stati tutti costruiti nella fabbrica Erla Leizig. parti in plastica: Eduard opzioni di marcatura: 4 decalcomanie: Eduard Parti in PE: no maschera di pittura: no parti in resina: no Il Messerschmitt Bf 109G-6 Erla è una variante del famoso caccia tedesco Messerschmitt Bf 109, utilizzato durante la Seconda Guerra Mondiale. Il Bf 109G-6, soprannominato "Gustav", è noto per le sue numerose sottovarianti e modifiche, una delle quali è il modello "Erla", che si distingue per alcuni miglioramenti specifici nella costruzione e nel design. Caratteristiche Principali del Messerschmitt Bf 109G-6 Erla Progettazione e Costruzione: Origini: Il Bf 109G-6 fu introdotto nel 1943 come parte della serie G (Gustav) del Bf 109, con miglioramenti rispetto alle precedenti versioni. Costruttore: Messerschmitt AG, con alcune varianti costruite da altri subappaltatori, tra cui la Erla Maschinenwerk, da cui deriva il nome "Erla". Design e Configurazione: Configurazione: Monoplano ad ala bassa con carrello di atterraggio retrattile. Struttura: Costruzione in metallo, con alcune componenti in legno e materiali compositi nelle versioni più avanzate. Fusoliera e Cabina: La variante Erla si distingue per una fusoliera leggermente modificata e una cabina migliorata per una migliore visibilità e comfort del pilota. Motorizzazione: Motore: Equipaggiato con un motore Daimler-Benz DB 605A, un V-12 raffreddato a liquido in grado di sviluppare circa 1.475 cavalli (1.100 kW). Prestazioni: Velocità massima di circa 640 km/h (398 mph) a 7.000 metri (22.966 piedi), autonomia di circa 850 km (528 miglia), e tangenza massima di 12.000 metri (39.370 piedi). Armamento: Armamento Primario: Dotato di un cannone MG 151/20 da 20 mm montato attraverso il mozzo dell'elica e due mitragliatrici MG 131 da 13 mm montate sul cofano motore. Opzioni di Carico: Capacità di trasportare bombe, razzi o serbatoi supplementari di carburante per estendere l'autonomia operativa. Utilizzo Operativo Contesto Storico: Introduzione: Il Bf 109G-6 fu introdotto nel 1943 e rimase in servizio fino alla fine della guerra nel 1945. Produzione: Il G-6 fu una delle varianti più prodotte del Bf 109, con migliaia di esemplari costruiti. Ruolo Operativo: Caccia Intercettore: Utilizzato principalmente come intercettore per contrastare i bombardieri alleati. Supporto Tattico: Impiegato anche in missioni di supporto tattico e attacco al suolo. Prestazioni e Affidabilità: Prestazioni di Volo: Conosciuto per la sua buona manovrabilità e velocità, il G-6 era temuto dai piloti alleati. Affidabilità: La variante Erla introdusse alcune migliorie nella costruzione e nella manutenzione, aumentando l'affidabilità complessiva dell'aereo. Paesi Utilizzatori: Germania: Principalmente utilizzato dalla Luftwaffe. Altri Paesi: Alcuni esemplari furono utilizzati da paesi alleati della Germania, come l'Ungheria, la Romania e la Finlandia. Distinzione della Variante Erla La versione Erla del Bf 109G-6 si distingue per: Canopy "Erla Haube": Una delle caratteristiche più visibili è l'adozione di una cabina con un tettuccio a bolle ("Erla Haube"), che offriva una migliore visibilità al pilota rispetto ai tettucci tradizionali. Produzione e Modifiche: Costruito presso lo stabilimento Erla Maschinenwerk, che introdusse alcune modifiche specifiche nella produzione per migliorare l'efficienza e le prestazioni dell'aereo. Conclusione Il Messerschmitt Bf 109G-6 Erla rappresenta una delle numerose varianti del Bf 109, un caccia iconico della Luftwaffe. Con le sue modifiche specifiche, inclusa la cabina migliorata, il G-6 Erla combinava prestazioni eccellenti, manovrabilità e affidabilità, rendendolo un formidabile avversario nei cieli europei durante la Seconda Guerra Mondiale.    

 
26,00

The item has been added to your cart

Go to cart

You have reached the maximum quantity that can be added to the cart

Go to cart
Percival P.50 Sea Prince C.1 - 1/72 - VALOM 72166
SKU VALOM72166
Brand VALOM
Scale: 1/72
Nation: United Kingdom
Period: Dopoguerra
Type: Aircraft
Category Kit

Kit aereo Percival P.50 Sea Prince C.1 in scala 1/72 - Modello Valom.  l Percival P.50 Sea Prince C.1 è una versione del Percival Prince, un aereo britannico sviluppato negli anni '40 e '50 dalla Percival Aircraft Company. Il Sea Prince fu progettato specificamente per la Royal Navy e fu utilizzato principalmente per compiti di trasporto e addestramento. Caratteristiche Principali del Percival P.50 Sea Prince C.1 Progettazione e Costruzione: Origini: Il Percival Prince fu sviluppato nel dopoguerra come un aereo da trasporto leggero. La variante Sea Prince fu progettata per soddisfare le esigenze della Royal Navy. Costruttore: Percival Aircraft Company, una ditta britannica nota per la produzione di aerei leggeri. Design e Configurazione: Configurazione: Monoplano ad ala alta con carrello di atterraggio retrattile. Struttura: Costruzione in metallo, con fusoliera spaziosa adatta per il trasporto di passeggeri e carico. Dimensioni: Lunghezza di circa 13,41 metri (44 piedi), apertura alare di 18,28 metri (60 piedi), e altezza di 5,18 metri (17 piedi). Motorizzazione: Motori: Equipaggiato con due motori radiali Alvis Leonides 502 a nove cilindri, ciascuno in grado di sviluppare circa 540 cavalli (403 kW). Prestazioni: Velocità massima di circa 263 km/h (163 mph), autonomia di circa 1.126 km (700 miglia), e tangenza massima di 5.791 metri (19.000 piedi). Capacità e Utilizzo: Equipaggio e Passeggeri: Configurato per un equipaggio di due o tre persone e capacità di trasportare fino a 10 passeggeri. Ruoli Multipli: Utilizzato per trasporto personale, addestramento, ricognizione e missioni di evacuazione medica. Utilizzo Operativo Contesto Storico: Introduzione: Il Sea Prince fu introdotto alla fine degli anni '40 e rimase in servizio fino agli anni '60. Royal Navy: Principalmente utilizzato dalla Fleet Air Arm della Royal Navy. Ruolo Operativo: Trasporto: Utilizzato per trasportare personale e materiali tra le basi navali e le portaerei. Addestramento: Adattato per l'addestramento dei navigatori e degli operatori radar. Evacuazione Medica: Configurato per il trasporto medico, inclusa la capacità di trasportare barelle. Prestazioni e Affidabilità: Affidabilità: Conosciuto per la sua robustezza e affidabilità, il Sea Prince era ben adatto alle operazioni navali. Facilità di Manutenzione: La manutenzione era facilitata dalla costruzione semplice e dai motori radiali facilmente accessibili. Paesi Utilizzatori: Regno Unito: Principalmente utilizzato dalla Royal Navy. Altri Paesi: Alcuni esemplari furono esportati e utilizzati da altre forze navali e aeree. Conclusione Il Percival P.50 Sea Prince C.1 è un aereo multiruolo progettato per la Royal Navy nel dopoguerra. Con le sue solide prestazioni, affidabilità e versatilità, è stato impiegato in una varietà di ruoli, tra cui trasporto, addestramento e evacuazione medica. La sua importanza storica risiede nel suo contributo alle operazioni navali britanniche durante un periodo cruciale della storia dell'aviazione.  

 
40,00

The item has been added to your cart

Go to cart

You have reached the maximum quantity that can be added to the cart

Go to cart
Percival P.50 Prince 1/72 - VALOM 72167
SKU VALOM72167
Brand VALOM
Scale: 1/72
Nation: United Kingdom
Period: Dopoguerra
Type: Aircraft
Category Kit

Kit aereo Percival P.50 Prince (G-AMLZ) in scala 1/72 - Modello Valom. Il Percival P.50 Prince (registrato come G-AMLZ) è un aereo leggero britannico sviluppato dalla Percival Aircraft Company nel dopoguerra. Il Prince è noto per essere un aereo da trasporto versatile, utilizzato sia in ambito civile che militare. Caratteristiche Principali del Percival P.50 Prince Progettazione e Costruzione: Origini: Il Percival Prince fu sviluppato nel dopoguerra, con il primo volo avvenuto nel 1948. Fu progettato come un aereo da trasporto leggero e come successore del Percival Petrel. Costruttore: Percival Aircraft Company, un produttore aeronautico britannico. Design e Configurazione: Configurazione: Monoplano ad ala alta con carrello di atterraggio retrattile. Struttura: Costruzione in metallo, con una fusoliera spaziosa e robusta. Dimensioni: Lunghezza di circa 13,41 metri (44 piedi), apertura alare di 18,28 metri (60 piedi), e altezza di 5,18 metri (17 piedi). Motorizzazione: Motori: Equipaggiato con due motori radiali Alvis Leonides 502 a nove cilindri, ciascuno in grado di sviluppare circa 540 cavalli (403 kW). Prestazioni: Velocità massima di circa 263 km/h (163 mph), autonomia di circa 1.126 km (700 miglia), e tangenza massima di 5.791 metri (19.000 piedi). Capacità e Utilizzo: Equipaggio e Passeggeri: Configurato per un equipaggio di due persone e capacità di trasportare fino a 10-12 passeggeri. Versatilità: Utilizzato per trasporto personale, merci, addestramento e operazioni di comunicazione. Utilizzo Operativo Contesto Storico: Introduzione: Il Prince fu introdotto alla fine degli anni '40 e rimase in servizio per diversi decenni. Utilizzatori: Fu utilizzato sia da operatori civili che da varie forze armate, inclusa la Royal Air Force (RAF) e altre forze aeree internazionali. Ruolo Operativo: Trasporto: Utilizzato per trasportare personale e materiali in operazioni civili e militari. Addestramento: Adattato per l'addestramento dei piloti e degli equipaggi di volo. Operazioni di Comunicazione: Impiegato per missioni di collegamento e comunicazione tra basi e altre infrastrutture. Prestazioni e Affidabilità: Affidabilità: Conosciuto per la sua robustezza e affidabilità, il Prince era ben adatto a operazioni in vari ambienti. Facilità di Manutenzione: La manutenzione era facilitata dalla costruzione semplice e dai motori radiali accessibili. Paesi Utilizzatori: Regno Unito: Utilizzato dalla Royal Air Force e da operatori civili britannici. Altri Paesi: Esportato e utilizzato da altre forze aeree e operatori civili in diverse parti del mondo. Esemplare G-AMLZ Il Percival P.50 Prince G-AMLZ è uno degli esemplari civili di questo modello, registrato nel Regno Unito. Come altri esemplari del Prince, potrebbe essere stato utilizzato per una varietà di compiti, inclusi voli di linea, trasporto merci e operazioni speciali. L'esemplare specifico G-AMLZ rappresenta un esempio dell'uso civile del Prince, che integrava le capacità di trasporto con la flessibilità necessaria per operare in diversi contesti. Conclusione Il Percival P.50 Prince (G-AMLZ) è un esempio della versatilità e affidabilità del design del Prince. Utilizzato sia in ambito civile che militare, il Prince ha svolto una varietà di ruoli, dimostrando la sua capacità di adattarsi alle esigenze di trasporto e operazioni aeree nel dopoguerra. L'esemplare G-AMLZ rappresenta la continua utilità e rilevanza di questo aereo leggero britannico.

 
40,00

The item has been added to your cart

Go to cart

You have reached the maximum quantity that can be added to the cart

Go to cart
Morane Saulnier MoS.30 - 1/72 - KOVOZAVODY PROSTEJOV KPM0456
SKU KPV-72456
Brand KOVOZAVODY PROSTEJOV
Scale: 1/72
Nation: France
Period: WWI
Type: Aircraft
Category Kit

Kit aereo Morane Saulnier MoS.30 (A.I.) "Polish services" in scala 1/72 - Modello KOVOZAVODY PROSTEJOV. Il Morane-Saulnier MoS.30 (A.I.) "Polish Services" è una versione del Morane-Saulnier Type A.I, un caccia monoposto francese, che fu utilizzata dall'aeronautica militare polacca (Polskie Lotnictwo Wojskowe) durante e dopo la Prima Guerra Mondiale. Questo velivolo fu parte dell'equipaggiamento delle forze aeree polacche nei primi anni della loro esistenza. Caratteristiche Principali del Morane-Saulnier MoS.30 (A.I.) Progettazione e Costruzione: Origini: Il Morane-Saulnier Type A.I fu sviluppato per l'Armée de l'Air francese e introdotto nei primi mesi del 1918. Costruttore: Morane-Saulnier, una nota azienda aeronautica francese. Design e Configurazione: Monoplano: Configurazione monoplano ad ala alta a parasole. Struttura: Costruzione in legno con rivestimento in tela. Dimensioni: Apertura alare di circa 8,42 metri e lunghezza di circa 6,30 metri. Motorizzazione: Motore: Motore rotativo Gnome Monosoupape 9N da 160 cavalli (120 kW). Prestazioni: Velocità massima di circa 200 km/h e autonomia di circa 300 km. Armamento: Mitragliatrice: Tipicamente una mitragliatrice Vickers da 7,7 mm sincronizzata. Utilizzo da Parte dei Servizi Polacchi Contesto Storico: Dopo la Prima Guerra Mondiale: La Polonia, appena ricostituita come stato indipendente dopo oltre un secolo di spartizioni, si trovò a dover costruire rapidamente le proprie forze armate, inclusa un'aviazione militare. Acquisizione: La Polonia acquisì diversi aerei, inclusi i Morane-Saulnier A.I, da surplus bellici e come parte di accordi con i paesi dell'Intesa. Ruolo Operativo: Difesa e Pattugliamento: Utilizzati per pattugliamenti e missioni di difesa aerea durante i conflitti che la Polonia dovette affrontare nei primi anni di indipendenza, inclusa la Guerra Polacco-Sovietica (1919-1921). Addestramento: Molti di questi aerei furono utilizzati anche per l'addestramento dei nuovi piloti polacchi. Prestazioni e Affidabilità: Agilità: Come la versione francese, il MoS.30 era apprezzato per la sua agilità e manovrabilità. Affidabilità: Nonostante l'età e le sfide logistiche, gli aerei si dimostrarono sufficientemente affidabili per il servizio. Impatto e Significato: Sviluppo dell'Aeronautica Polacca: L'uso di questi aerei contribuì allo sviluppo delle capacità aeree della Polonia, formando una generazione di piloti e tecnici. Simbolismo: Rappresentavano la determinazione della Polonia a difendere la propria indipendenza e a sviluppare una forza aerea capace. Conclusione Il Morane-Saulnier MoS.30 (A.I.) "Polish Services" è un esempio significativo di come la Polonia utilizzò aerei surplus della Prima Guerra Mondiale per costruire le proprie forze aeree nei primi anni della sua indipendenza. Questi velivoli, pur non essendo i più moderni al tempo, giocarono un ruolo cruciale nella difesa della giovane nazione e nello sviluppo delle capacità aeronautiche polacche.  

 
16,00

The item has been added to your cart

Go to cart

You have reached the maximum quantity that can be added to the cart

Go to cart
Avro Anson T.21 - 1/72 - VALOM 72165
SKU VALOM72165
Brand VALOM
Scale: 1/72
Nation: United Kingdom
Period: WWII
Type: Aircraft
Category Kit

Kit aereo Avro Anson T.21 in scala 1/72 - Modello Valom. L'Avro Anson T.21 è una variante dell'Avro Anson, un aereo multiruolo britannico sviluppato dalla Avro negli anni '30. Mentre le prime versioni dell'Anson furono progettate per la ricognizione costiera e l'addestramento durante la Seconda Guerra Mondiale, il modello T.21 fu sviluppato specificamente come addestratore per la Royal Air Force (RAF) nel dopoguerra. Caratteristiche Principali dell'Avro Anson T.21 Progettazione e Costruzione: Origini: L'Avro Anson T.21 fu introdotto negli anni '40 come parte degli sforzi per aggiornare e migliorare la flotta di addestramento della RAF dopo la Seconda Guerra Mondiale. Costruttore: Avro (A.V. Roe and Company). Design e Configurazione: Configurazione: Monoplano ad ala bassa con carrello di atterraggio retrattile. Struttura: Costruzione mista con fusoliera in metallo e ali in legno rivestite in tela. Dimensioni: Apertura alare di circa 17,22 metri (56 piedi 6 pollici), lunghezza di 13,26 metri (43 piedi 6 pollici) e altezza di 3,99 metri (13 piedi 1 pollice). Motorizzazione: Motori: Equipaggiato con due motori radiali Armstrong Siddeley Cheetah a sette cilindri, ciascuno in grado di sviluppare circa 350 cavalli (260 kW). Prestazioni: Velocità massima di circa 188 mph (303 km/h), autonomia di circa 750 miglia (1.200 km) e tangenza massima di 21.000 piedi (6.400 metri). Capacità e Utilizzo: Equipaggio e Passeggeri: Configurato per ospitare l'equipaggio di addestramento e gli allievi, con sedili disposti per facilitare le operazioni di formazione. Addestramento: Progettato per l'addestramento dei piloti, navigatori e operatori radio. Utilizzo Operativo Contesto Storico: Dopoguerra: Dopo la Seconda Guerra Mondiale, vi fu una crescente necessità di aggiornare le attrezzature di addestramento per le nuove esigenze dell'aviazione militare. L'Anson T.21 fu sviluppato per soddisfare questa necessità, basandosi sull'affidabilità delle precedenti versioni dell'Anson. Ruolo Operativo: Addestramento dei Piloti: Utilizzato principalmente per l'addestramento dei piloti della RAF, in particolare per l'addestramento strumentale e di navigazione. Formazione degli Equipaggi: Oltre ai piloti, il T.21 era utilizzato per l'addestramento dei navigatori, operatori radio e altri membri dell'equipaggio. Prestazioni e Affidabilità: Affidabilità: L'Anson era noto per la sua robustezza e affidabilità, caratteristiche che si trasferirono anche alla versione T.21. Manutenzione: La manutenzione del T.21 era facilitata dalla costruzione semplice e dai motori radiali relativamente facili da mantenere. Paesi Utilizzatori: Regno Unito: Principalmente utilizzato dalla Royal Air Force (RAF). Altri Paesi: Alcune altre forze aeree alleate utilizzarono il T.21 per l'addestramento. Conclusione L'Avro Anson T.21 è una variante dell'Avro Anson sviluppata specificamente per l'addestramento nel dopoguerra. Con le sue solide prestazioni, affidabilità e capacità di addestramento multifunzionale, il T.21 ha giocato un ruolo significativo nella formazione di numerosi piloti e membri dell'equipaggio della RAF e di altre forze aeree. La sua importanza storica risiede nel suo contributo all'aggiornamento e al miglioramento delle pratiche di addestramento aereo nel periodo post-bellico.  

 
 
Out of stock
Avro Anson C.19 - 1/72 - VALOM 72164
SKU VALOM72164
Brand VALOM
Scale: 1/72
Nation: United Kingdom
Period: WWII
Type: Aircraft
Category Kit

Kit aereo Avro Anson C.19 in scala 1/72 - Modello Valom. L'Avro Anson C.19 è una variante del famoso aereo britannico Avro Anson, progettato e prodotto dalla Avro negli anni '30. Originariamente concepito come aereo da ricognizione costiera e da addestramento durante la Seconda Guerra Mondiale, il modello C.19 rappresenta una delle varianti sviluppate nel dopoguerra, utilizzata principalmente per compiti di trasporto e comunicazioni. Caratteristiche Principali dell'Avro Anson C.19 Progettazione e Costruzione: Origini: L'Avro Anson fu inizialmente progettato come un aereo da ricognizione costiera e antisommergibile per la Royal Air Force (RAF). Il primo volo avvenne nel 1935. Costruttore: Avro (A.V. Roe and Company), un'importante azienda aeronautica britannica. Design e Configurazione: Configurazione: Monoplano ad ala bassa con carrello di atterraggio retrattile. Struttura: Costruzione mista con fusoliera in metallo e ali in legno rivestite in tela. Dimensioni: Apertura alare di circa 17,22 metri, lunghezza di 12,88 metri e altezza di 3,99 metri. Motorizzazione: Motori: Equipaggiato con due motori radiali Armstrong Siddeley Cheetah a sette cilindri, ciascuno in grado di sviluppare circa 350 cavalli (260 kW). Prestazioni: Velocità massima di circa 303 km/h (188 mph), autonomia di circa 1.200 km (750 miglia) e tangenza massima di 6.400 metri (21.000 piedi). Capacità e Utilizzo: Equipaggio e Passeggeri: Solitamente configurato per un equipaggio di tre a cinque persone, con capacità per trasportare fino a nove passeggeri nella versione da trasporto. Versatilità: Utilizzato per trasporto personale, comunicazioni, evacuazione medica e altre operazioni logistiche. Utilizzo Operativo Contesto Storico: Seconda Guerra Mondiale: L'Anson fu ampiamente utilizzato durante la Seconda Guerra Mondiale, principalmente come addestratore per equipaggi di bombardieri e come aereo da ricognizione costiera. Dopoguerra: Dopo la guerra, le varianti come il C.19 furono sviluppate per soddisfare le esigenze di trasporto e comunicazioni delle forze armate britanniche e di altre nazioni. Ruolo Operativo: Trasporto e Comunicazioni: La variante C.19 fu utilizzata principalmente per il trasporto di personale e materiali, nonché per missioni di comunicazione tra le basi. Evacuazione Medica: Configurato anche per missioni di evacuazione medica, grazie alla capacità di trasportare barelle e personale medico. Prestazioni e Affidabilità: Robustezza: L'Anson era noto per la sua robustezza e affidabilità, che lo resero un velivolo popolare anche nel dopoguerra. Facilità di Manutenzione: La sua costruzione relativamente semplice e i motori affidabili facilitarono le operazioni di manutenzione e riparazione. Paesi Utilizzatori: Regno Unito: Principalmente utilizzato dalla Royal Air Force (RAF). Altri Paesi: Esportato e utilizzato anche da altre forze aeree, tra cui quelle di Australia, Canada, India, Sudafrica e molti altri. Conclusione L'Avro Anson C.19 è una variante versatile e affidabile del famoso Avro Anson, utilizzata principalmente per compiti di trasporto e comunicazioni nel dopoguerra. La sua robustezza, capacità di trasporto e affidabilità lo resero un asset prezioso per la RAF e altre forze aeree in tutto il mondo. Con una carriera operativa che si estese per diversi decenni, l'Anson C.19 rappresenta un'importante pietra miliare nella storia dell'aviazione militare e civile.  

 
44,00

The item has been added to your cart

Go to cart

You have reached the maximum quantity that can be added to the cart

Go to cart
Aero L-29 Delfín 1/72 - KOVOZAVODY PROSTEJOV KPM0459
SKU KPV-72459
Brand KOVOZAVODY PROSTEJOV
Scale: 1/72
Nation: Czechoslovakia
Period: Warsaw Pact
Type: Aircraft
Category Kit

Kit aereo Aero L-29 Delfín "Patto di Varsavia" in scala 1/72 - Modello KOVOZAVODY PROSTEJOV. L'Aero L-29 Delfín è un aereo da addestramento a reazione sviluppato in Cecoslovacchia negli anni '50 e '60. Prodotto dall'azienda Aero Vodochody, è stato il primo aereo a reazione cecoslovacco e uno dei principali aerei da addestramento utilizzati dai paesi del Patto di Varsavia. Caratteristiche Principali del Aero L-29 Delfín Progettazione e Costruzione: Origini: Il progetto dell'L-29 iniziò nel 1955, con il primo volo effettuato il 5 aprile 1959. Fu sviluppato per rispondere alla necessità di un addestratore a reazione affidabile ed economico. Costruttore: Aero Vodochody, una delle principali aziende aeronautiche della Cecoslovacchia. Design e Configurazione: Configurazione: Monoplano ad ala bassa. Struttura: Realizzato principalmente in metallo, con una configurazione a due posti in tandem per allievo e istruttore. Dimensioni: Lunghezza di 10,81 metri, apertura alare di 10,29 metri e altezza di 3,13 metri. Motorizzazione: Motore: Equipaggiato con un motore a reazione Motorlet M-701C, in grado di sviluppare una spinta di circa 8,7 kN (1.960 lbf). Prestazioni: Velocità massima di circa 655 km/h (407 mph), autonomia di 894 km (556 miglia), e tangenza massima di 11.500 metri (37.730 piedi). Armamento: Configurazione Basica: L'L-29 era principalmente un aereo da addestramento e non era normalmente armato. Versioni Armate: Alcune versioni potevano essere equipaggiate con mitragliatrici, bombe leggere o razzi per addestramento al combattimento. Utilizzo Operativo Contesto Storico: Guerra Fredda: Durante la Guerra Fredda, il L-29 Delfín divenne l'addestratore a reazione standard per molti paesi del Patto di Varsavia e altre nazioni alleate dell'Unione Sovietica. Produzione: Tra il 1963 e il 1974, furono prodotti oltre 3.500 esemplari, rendendolo uno degli aerei da addestramento più diffusi al mondo. Paesi Utilizzatori: Blocco Orientale: Principalmente utilizzato da Cecoslovacchia, Unione Sovietica, Germania Est, Polonia, Romania, Bulgaria, Ungheria e Cuba. Altri Utilizzatori: Anche paesi al di fuori del blocco sovietico, come Egitto, Siria, Iraq, Indonesia e Nigeria, utilizzarono l'L-29. Ruolo Operativo: Addestramento Piloti: Utilizzato principalmente per l'addestramento basico e avanzato dei piloti, inclusa la formazione al volo strumentale e al volo in formazione. Addestramento al Combattimento: Alcuni esemplari erano configurati per l'addestramento al combattimento leggero, equipaggiati con armi per simulare scenari di combattimento. Prestazioni e Affidabilità: Affidabilità: L'L-29 era noto per la sua robustezza e semplicità, che ne facilitavano la manutenzione e l'operatività in diverse condizioni ambientali. Prestazioni di Volo: Sebbene non particolarmente veloce rispetto ai moderni standard di aerei da addestramento, il L-29 offriva buone caratteristiche di volo per un addestratore. Conclusione L'Aero L-29 Delfín è stato uno degli aerei da addestramento più importanti e diffusi durante la Guerra Fredda. La sua semplicità, robustezza e affidabilità lo resero un eccellente strumento per la formazione dei piloti militari in numerosi paesi. Il L-29 ha lasciato un segno significativo nella storia dell'aviazione militare, contribuendo alla formazione di generazioni di piloti in tutto il mondo.  

 
18,00

The item has been added to your cart

Go to cart

You have reached the maximum quantity that can be added to the cart

Go to cart
Nieuport Ni-16 - 1/72 - KOVOZAVODY PROSTEJOV KPM0452
SKU KPV-72452
Brand KOVOZAVODY PROSTEJOV
Scale: 1/72
Nation: France
Period: WWI
Type: Aircraft
Category Kit

 Kit aereo Nieuport Ni-16 "Other services" in scala 1/72 - Modello KOVOZAVODY PROSTEJOV. Il Nieuport Ni-16 è un aereo da caccia francese utilizzato durante la Prima Guerra Mondiale. Era una versione potenziata e migliorata del Nieuport Ni-11, progettata per mantenere la superiorità aerea. Il termine "Aces" si riferisce ai piloti che divennero famosi per le loro abilità in combattimento aereo e ottennero numerose vittorie pilotando questo tipo di velivolo. Caratteristiche Principali del Nieuport Ni-16 Progettazione e Costruzione: Origini: Il Ni-16 fu sviluppato come un miglioramento del Nieuport Ni-11, con un motore più potente e alcune modifiche strutturali per aumentarne le prestazioni. Costruttore: Prodotto dalla Nieuport, una delle principali aziende aeronautiche francesi dell'epoca, il Ni-16 entrò in servizio nel 1916. Design e Configurazione: Biplano: Configurazione biplano con ali superiori e inferiori di dimensioni diverse (configurazione sesquiplana), dove l'ala inferiore era significativamente più piccola di quella superiore. Struttura: Struttura principalmente in legno, con rivestimento in tela, simile al Ni-11 ma con rinforzi per sostenere il motore più potente. Dimensioni: Apertura alare di circa 7,55 metri (24 piedi 9 pollici) e una lunghezza di circa 5,80 metri (19 piedi). Motorizzazione: Motore: Equipaggiato con un motore rotativo Le Rhône 9J da 110 cavalli (82 kW), rispetto agli 80 cavalli (60 kW) del Ni-11. Prestazioni: Poteva raggiungere una velocità massima di circa 165 km/h (103 mph) e aveva un'autonomia simile al Ni-11, ma con migliori capacità di salita. Armamento: Mitragliatrice: Il Ni-16 poteva essere equipaggiato con una mitragliatrice Vickers sincronizzata da 7,7 mm montata sul muso, che sparava attraverso l'elica, o con una mitragliatrice Lewis montata sopra l'ala superiore. Opzioni Aggiuntive: Alcuni modelli furono equipaggiati con piccoli razzi per l'attacco al suolo. Utilizzo da Parte degli Assi Contesto Storico: Prima Guerra Mondiale: Il Ni-16 fu utilizzato principalmente nel 1916 e nel 1917, periodo in cui le tattiche e la tecnologia aerea stavano evolvendo rapidamente. Assi Famosi: Georges Guynemer: Uno dei più celebri assi francesi, volò su vari modelli di Nieuport, inclusi il Ni-11 e il Ni-16. Guynemer accumulò 54 vittorie aeree. Charles Nungesser: Un altro famoso asso francese, noto per le sue numerose vittorie e per la sua personalità carismatica, volò anche sul Ni-16. Assi Italiani: Anche i piloti italiani utilizzarono il Ni-16, ottenendo numerose vittorie e contribuendo agli sforzi bellici dell'Italia. Ruolo Operativo e Successi: Combattimenti Aerei: Il Ni-16 fu utilizzato in numerosi combattimenti aerei, dimostrando la sua superiorità rispetto agli aerei nemici grazie alla sua agilità e potenza di fuoco. Supporto al Suolo: Oltre ai combattimenti aerei, il Ni-16 fu impiegato in missioni di ricognizione e attacco al suolo. Prestazioni e Affidabilità: Maneggevolezza: La leggerezza e la struttura migliorata del Ni-16 lo rendevano estremamente maneggevole, una caratteristica cruciale nei duelli aerei. Affidabilità: Nonostante i problemi comuni ai motori rotativi dell'epoca, il Ni-16 era considerato un velivolo affidabile. Conclusione Il Nieuport Ni-16 "Aces" rappresenta un'importante evoluzione nel design dei caccia della Prima Guerra Mondiale. Grazie alla sua potenza di fuoco migliorata e alle sue prestazioni superiori, fu un velivolo preferito da molti dei migliori piloti dell'epoca. Gli assi che volarono su questo aereo riuscirono a ottenere numerose vittorie, consolidando la reputazione del Ni-16 come uno dei migliori caccia della sua generazione.  

 
16,00

The item has been added to your cart

Go to cart

You have reached the maximum quantity that can be added to the cart

Go to cart
Nieuport Ni-16 - 1/72 - KOVOZAVODY PROSTEJOV KPM0451
SKU KPV-72451
Brand KOVOZAVODY PROSTEJOV
Scale: 1/72
Nation: France
Period: WWI
Type: Aircraft
Category Kit

Kit aereo Nieuport Ni-16 "Aces" in scala 1/72 - Modello KOVOZAVODY PROSTEJOV.  Il Nieuport Ni-16 è un aereo da caccia francese utilizzato durante la Prima Guerra Mondiale. Era una versione potenziata e migliorata del Nieuport Ni-11, progettata per mantenere la superiorità aerea. Il termine "Aces" si riferisce ai piloti che divennero famosi per le loro abilità in combattimento aereo e ottennero numerose vittorie pilotando questo tipo di velivolo. Caratteristiche Principali del Nieuport Ni-16 Progettazione e Costruzione: Origini: Il Ni-16 fu sviluppato come un miglioramento del Nieuport Ni-11, con un motore più potente e alcune modifiche strutturali per aumentarne le prestazioni. Costruttore: Prodotto dalla Nieuport, una delle principali aziende aeronautiche francesi dell'epoca, il Ni-16 entrò in servizio nel 1916. Design e Configurazione: Biplano: Configurazione biplano con ali superiori e inferiori di dimensioni diverse (configurazione sesquiplana), dove l'ala inferiore era significativamente più piccola di quella superiore. Struttura: Struttura principalmente in legno, con rivestimento in tela, simile al Ni-11 ma con rinforzi per sostenere il motore più potente. Dimensioni: Apertura alare di circa 7,55 metri (24 piedi 9 pollici) e una lunghezza di circa 5,80 metri (19 piedi). Motorizzazione: Motore: Equipaggiato con un motore rotativo Le Rhône 9J da 110 cavalli (82 kW), rispetto agli 80 cavalli (60 kW) del Ni-11. Prestazioni: Poteva raggiungere una velocità massima di circa 165 km/h (103 mph) e aveva un'autonomia simile al Ni-11, ma con migliori capacità di salita. Armamento: Mitragliatrice: Il Ni-16 poteva essere equipaggiato con una mitragliatrice Vickers sincronizzata da 7,7 mm montata sul muso, che sparava attraverso l'elica, o con una mitragliatrice Lewis montata sopra l'ala superiore. Opzioni Aggiuntive: Alcuni modelli furono equipaggiati con piccoli razzi per l'attacco al suolo. Utilizzo da Parte degli Assi Contesto Storico: Prima Guerra Mondiale: Il Ni-16 fu utilizzato principalmente nel 1916 e nel 1917, periodo in cui le tattiche e la tecnologia aerea stavano evolvendo rapidamente. Assi Famosi: Georges Guynemer: Uno dei più celebri assi francesi, volò su vari modelli di Nieuport, inclusi il Ni-11 e il Ni-16. Guynemer accumulò 54 vittorie aeree. Charles Nungesser: Un altro famoso asso francese, noto per le sue numerose vittorie e per la sua personalità carismatica, volò anche sul Ni-16. Assi Italiani: Anche i piloti italiani utilizzarono il Ni-16, ottenendo numerose vittorie e contribuendo agli sforzi bellici dell'Italia. Ruolo Operativo e Successi: Combattimenti Aerei: Il Ni-16 fu utilizzato in numerosi combattimenti aerei, dimostrando la sua superiorità rispetto agli aerei nemici grazie alla sua agilità e potenza di fuoco. Supporto al Suolo: Oltre ai combattimenti aerei, il Ni-16 fu impiegato in missioni di ricognizione e attacco al suolo. Prestazioni e Affidabilità: Maneggevolezza: La leggerezza e la struttura migliorata del Ni-16 lo rendevano estremamente maneggevole, una caratteristica cruciale nei duelli aerei. Affidabilità: Nonostante i problemi comuni ai motori rotativi dell'epoca, il Ni-16 era considerato un velivolo affidabile. Conclusione Il Nieuport Ni-16 "Aces" rappresenta un'importante evoluzione nel design dei caccia della Prima Guerra Mondiale. Grazie alla sua potenza di fuoco migliorata e alle sue prestazioni superiori, fu un velivolo preferito da molti dei migliori piloti dell'epoca. Gli assi che volarono su questo aereo riuscirono a ottenere numerose vittorie, consolidando la reputazione del Ni-16 come uno dei migliori caccia della sua generazione.  

 
16,00

The item has been added to your cart

Go to cart

You have reached the maximum quantity that can be added to the cart

Go to cart
Nieuport Ni-11 Bébé 1/72 - KOVOZAVODY PROSTEJOV KPM0450
SKU KPV-72450
Brand KOVOZAVODY PROSTEJOV
Scale: 1/72
Nation: France
Period: WWI
Type: Aircraft
Category Kit

Kit aereo Nieuport Ni-11 Bébé "Italian Aces" in scala 1/72 - Modello KOVOZAVODY PROSTEJOV.  Il Nieuport Ni-11 Bébé "Italian Aces" si riferisce alle versioni del caccia francese Nieuport Ni-11 utilizzate dai piloti italiani, in particolare dagli assi dell'aviazione, durante la Prima Guerra Mondiale. Questi piloti italiani divennero famosi per le loro abilità e i loro successi in combattimento mentre pilotavano il Ni-11. Caratteristiche Principali del Nieuport Ni-11 Bébé Progettazione e Costruzione: Origini: Il Ni-11 fu sviluppato dalla Nieuport come una versione migliorata e più leggera del Nieuport 10, un biplano da ricognizione e caccia. Costruttore: Nieuport, una delle principali aziende aeronautiche francesi dell'epoca, costruì il Ni-11 e lo introdusse nel 1915. Design e Configurazione: Biplano: Configurazione biplano con ali superiori e inferiori di dimensioni diverse (configurazione sesquiplana), dove l'ala inferiore era significativamente più piccola di quella superiore. Struttura: Struttura principalmente in legno, con rivestimento in tela, leggera e agile. Dimensioni: Apertura alare di circa 7,52 metri (24 piedi 8 pollici) e una lunghezza di circa 5,80 metri (19 piedi). Motorizzazione: Motore: Motore rotativo Le Rhône 9C da 80 cavalli (60 kW). Prestazioni: Velocità massima di circa 156 km/h (97 mph) e autonomia di circa 250 km (155 miglia). Armamento: Mitragliatrice: Mitragliatrice Lewis da 7,7 mm montata sopra l'ala superiore. Opzioni Aggiuntive: Alcuni modelli equipaggiati con lanciagranate per l'attacco al suolo. Utilizzo da Parte degli Assi Italiani Contesto Storico: Italia nella Prima Guerra Mondiale: L'Italia entrò nella guerra nel 1915 e utilizzò vari modelli di aerei, tra cui il Nieuport Ni-11, fornito dalla Francia. Importanza del Ni-11: Il Ni-11 giocò un ruolo cruciale nelle operazioni aeree italiane, specialmente nel fronte alpino contro l'Impero Austro-Ungarico. Assi Italiani: Francesco Baracca: Uno dei più celebri assi italiani, con 34 vittorie accreditate, volò su vari modelli di Nieuport, inclusi i Ni-11. Il suo distintivo personale, un cavallino rampante, divenne famoso e fu successivamente adottato dalla Ferrari. Silvio Scaroni: Con 26 vittorie, Scaroni fu un altro famoso pilota italiano che volò sul Ni-11. Fulco Ruffo di Calabria: Con 20 vittorie, Ruffo di Calabria fu uno degli assi italiani che contribuì significativamente agli sforzi bellici. Ruolo Operativo e Successi: Combattimenti Aerei: Gli assi italiani utilizzarono il Ni-11 in numerosi combattimenti aerei, dimostrando le capacità del caccia nel duello aereo grazie alla sua agilità e manovrabilità. Supporto al Suolo: Oltre ai combattimenti aerei, il Ni-11 fu utilizzato anche per missioni di ricognizione e attacco al suolo. Prestazioni e Affidabilità: Maneggevolezza: La leggerezza e la struttura del Ni-11 lo rendevano estremamente maneggevole, caratteristica cruciale nei combattimenti aerei della Prima Guerra Mondiale. Affidabilità: Nonostante la semplicità del design, il Ni-11 era considerato un velivolo affidabile e robusto. Conclusione Il Nieuport Ni-11 Bébé "Italian Aces" rappresenta non solo un pezzo significativo della storia dell'aviazione italiana, ma anche un esempio delle straordinarie capacità dei piloti italiani durante la Prima Guerra Mondiale. Grazie alla sua manovrabilità e affidabilità, il Ni-11 permise agli assi italiani di ottenere numerosi successi nei cieli, contribuendo significativamente agli sforzi bellici dell'Italia. Gli assi italiani che volarono su questo caccia divennero leggende dell'aviazione e i loro successi sono ancora ricordati oggi.  

 
 
Out of stock
Nieuport Ni-11 Bébé 1/72 - KOVOZAVODY PROSTEJOV KPM0449
SKU KPV-72449
Brand KOVOZAVODY PROSTEJOV
Scale: 1/72
Nation: France
Period: WWI
Type: Aircraft
Category Kit

Kit aereo Nieuport Ni-11 Bébé "French Aces" in scala 1/72 - Modello KOVOZAVODY PROSTEJOV. Il Nieuport Ni-11 Bébé è un aereo da caccia francese utilizzato durante la Prima Guerra Mondiale. Fu progettato e costruito dalla Nieuport, una delle principali aziende aeronautiche francesi dell'epoca. Il Ni-11 era una versione ridotta del precedente modello Nieuport 10, da cui il soprannome "Bébé" (bambino). Questo velivolo giocò un ruolo cruciale nelle operazioni aeree dei primi anni del conflitto. Caratteristiche Principali del Nieuport Ni-11 Bébé Progettazione e Costruzione: Origini: Il Ni-11 fu sviluppato come versione migliorata e più leggera del Nieuport 10, un biplano da ricognizione e caccia. Costruttore: Prodotto dalla società francese Nieuport, il Ni-11 fu introdotto nel 1915. Design e Configurazione: Biplano: Il Ni-11 era un biplano con ali superiori e inferiori di diverse dimensioni (configurazione sesquiplana), dove l'ala inferiore era significativamente più piccola di quella superiore. Struttura: La struttura era principalmente in legno, con rivestimento in tela. Questa configurazione leggera migliorava l'agilità e le prestazioni del velivolo. Dimensioni: Aveva un'apertura alare di circa 7,52 metri (24 piedi 8 pollici) e una lunghezza complessiva di circa 5,80 metri (19 piedi). Motorizzazione: Motore: Equipaggiato con un motore rotativo Le Rhône 9C da 80 cavalli (60 kW), il Ni-11 era relativamente potente per le sue dimensioni. Prestazioni: Poteva raggiungere una velocità massima di circa 156 km/h (97 mph) e aveva un'autonomia di circa 250 km (155 miglia). Armamento: Mitragliatrice: Il Ni-11 era armato con una mitragliatrice Lewis da 7,7 mm montata sopra l'ala superiore, fuori dal campo dell'elica, per evitare problemi con il sincronizzatore. Questa configurazione permetteva di sparare senza colpire l'elica. Opzioni Aggiuntive: Alcuni modelli furono equipaggiati con lanciagranate per l'attacco al suolo. Ruolo Operativo e Impiego: Caccia: Il principale ruolo operativo del Ni-11 era quello di caccia, impegnato nelle operazioni di combattimento aereo contro i velivoli nemici. Difesa e Scorta: Fu utilizzato anche per la difesa delle formazioni di bombardieri e per missioni di scorta. Prestazioni e Affidabilità: Agilità: Grazie alla sua leggerezza e al potente motore, il Ni-11 era estremamente maneggevole e agile, caratteristiche cruciali nei combattimenti aerei. Affidabilità: Nonostante fosse relativamente semplice, era un velivolo affidabile che venne molto apprezzato dai piloti. Utilizzo Internazionale: Francia: Il Ni-11 fu ampiamente utilizzato dall'Aéronautique Militaire francese. Italia e Russia: Anche le forze aeree italiane e russe adottarono il Ni-11, riconoscendone le eccellenti caratteristiche di volo. Conclusione Il Nieuport Ni-11 Bébé fu un caccia leggero e agile che svolse un ruolo importante nei primi anni della Prima Guerra Mondiale. Grazie alla sua manovrabilità e alle buone prestazioni, divenne rapidamente popolare tra i piloti e contribuì a bilanciare la superiorità aerea durante il conflitto. La sua configurazione semplice ma efficace lo rese un aereo molto rispettato e utilizzato anche da altre nazioni alleate.  

 
16,00

The item has been added to your cart

Go to cart

You have reached the maximum quantity that can be added to the cart

Go to cart
Morane Saulnier MS.A.I 1/72 - KOVOZAVODY PROSTEJOV KPM0455
SKU KPV-72455
Brand KOVOZAVODY PROSTEJOV
Scale: 1/72
Nation: France
Period: WWI
Type: Aircraft
Category Kit

 Kit aereo Morane Saulnier MS.A.I "Other services" in scala 1/72 - Modello KOVOZAVODY PROSTEJOV. Il Morane-Saulnier MS.A.I, anche conosciuto come Morane-Saulnier Type AI, è un aereo da caccia monoposto francese utilizzato durante la Prima Guerra Mondiale. Fu progettato dalla ditta francese Morane-Saulnier e introdotto nei primi mesi del 1918. Caratteristiche Principali del Morane-Saulnier MS.A.I Progettazione e Costruzione: Origini: Il MS.A.I fu progettato come un caccia leggero e maneggevole per l'Armée de l'Air (l'aeronautica militare francese). Costruttore: Realizzato dalla Morane-Saulnier, un'azienda aeronautica francese rinomata per i suoi aerei innovativi. Design e Configurazione: Monoplano: Il MS.A.I era un monoplano ad ala alta a parasole, un design abbastanza raro per i caccia dell'epoca. Struttura: La struttura era principalmente in legno, con rivestimento in tela, tipica dei velivoli di quell'epoca. Dimensioni: Aveva un'apertura alare di circa 8,42 metri (27 piedi 7 pollici) e una lunghezza di circa 6,30 metri (20 piedi 8 pollici). Motorizzazione: Motore: Equipaggiato con un motore rotativo Gnome Monosoupape 9N da 160 cavalli (120 kW). Prestazioni: Poteva raggiungere una velocità massima di circa 200 km/h (124 mph) e aveva un'autonomia di circa 300 km (186 miglia). La velocità di salita era una delle migliori della sua categoria. Armamento: Mitragliatrice: Tipicamente armato con una mitragliatrice Vickers da 7,7 mm sincronizzata, montata davanti al pilota e sparante attraverso il disco dell'elica. Ruolo Operativo e Utilizzo Contesto Storico: Prima Guerra Mondiale: Il MS.A.I fu introdotto verso la fine della guerra, nel 1918. Nonostante il suo arrivo tardivo, ebbe un impatto significativo nelle ultime fasi del conflitto. Ruolo Operativo: Caccia: Il principale ruolo del MS.A.I era quello di caccia, impegnato nei combattimenti aerei contro gli aerei nemici. Ricognizione: Grazie alla sua velocità e manovrabilità, fu utilizzato anche per missioni di ricognizione tattica. Prestazioni e Affidabilità: Agilità: Il design monoplano rendeva il MS.A.I estremamente agile e capace di rapide manovre nei combattimenti aerei. Affidabilità: Nonostante alcune problematiche iniziali con il motore, il MS.A.I si dimostrò un velivolo affidabile e robusto. Utilizzo Post-Bellico: Addestramento: Dopo la guerra, molti MS.A.I furono utilizzati come aerei da addestramento per i nuovi piloti. Esportazioni: Alcuni esemplari furono esportati e utilizzati da altre forze aeree europee. Conclusione Il Morane-Saulnier MS.A.I rappresenta un'importante pietra miliare nell'evoluzione degli aerei da caccia durante la Prima Guerra Mondiale. Il suo design innovativo, combinato con eccellenti prestazioni di volo, lo rese un velivolo temuto dai nemici e apprezzato dai piloti. Nonostante sia stato introdotto nelle fasi finali del conflitto, il MS.A.I ha lasciato un'impronta significativa nella storia dell'aviazione militare.  

 
 
Out of stock
Morane Saulnier MS.A.I 1/72 - KOVOZAVODY PROSTEJOV KPM0454
SKU KPV-72454
Brand KOVOZAVODY PROSTEJOV
Scale: 1/72
Nation: France
Period: WWI
Type: Aircraft
Category Kit

 Kit aereo Morane Saulnier MS.A.I "French services" in scala 1/72 - Modello KOVOZAVODY PROSTEJOV. Il Morane-Saulnier MS.A.I, anche conosciuto come Morane-Saulnier Type AI, è un aereo da caccia monoposto francese utilizzato durante la Prima Guerra Mondiale. Fu progettato dalla ditta francese Morane-Saulnier e introdotto nei primi mesi del 1918. Caratteristiche Principali del Morane-Saulnier MS.A.I Progettazione e Costruzione: Origini: Il MS.A.I fu progettato come un caccia leggero e maneggevole per l'Armée de l'Air (l'aeronautica militare francese). Costruttore: Realizzato dalla Morane-Saulnier, un'azienda aeronautica francese rinomata per i suoi aerei innovativi. Design e Configurazione: Monoplano: Il MS.A.I era un monoplano ad ala alta a parasole, un design abbastanza raro per i caccia dell'epoca. Struttura: La struttura era principalmente in legno, con rivestimento in tela, tipica dei velivoli di quell'epoca. Dimensioni: Aveva un'apertura alare di circa 8,42 metri (27 piedi 7 pollici) e una lunghezza di circa 6,30 metri (20 piedi 8 pollici). Motorizzazione: Motore: Equipaggiato con un motore rotativo Gnome Monosoupape 9N da 160 cavalli (120 kW). Prestazioni: Poteva raggiungere una velocità massima di circa 200 km/h (124 mph) e aveva un'autonomia di circa 300 km (186 miglia). La velocità di salita era una delle migliori della sua categoria. Armamento: Mitragliatrice: Tipicamente armato con una mitragliatrice Vickers da 7,7 mm sincronizzata, montata davanti al pilota e sparante attraverso il disco dell'elica. Ruolo Operativo e Utilizzo Contesto Storico: Prima Guerra Mondiale: Il MS.A.I fu introdotto verso la fine della guerra, nel 1918. Nonostante il suo arrivo tardivo, ebbe un impatto significativo nelle ultime fasi del conflitto. Ruolo Operativo: Caccia: Il principale ruolo del MS.A.I era quello di caccia, impegnato nei combattimenti aerei contro gli aerei nemici. Ricognizione: Grazie alla sua velocità e manovrabilità, fu utilizzato anche per missioni di ricognizione tattica. Prestazioni e Affidabilità: Agilità: Il design monoplano rendeva il MS.A.I estremamente agile e capace di rapide manovre nei combattimenti aerei. Affidabilità: Nonostante alcune problematiche iniziali con il motore, il MS.A.I si dimostrò un velivolo affidabile e robusto. Utilizzo Post-Bellico: Addestramento: Dopo la guerra, molti MS.A.I furono utilizzati come aerei da addestramento per i nuovi piloti. Esportazioni: Alcuni esemplari furono esportati e utilizzati da altre forze aeree europee. Conclusione Il Morane-Saulnier MS.A.I rappresenta un'importante pietra miliare nell'evoluzione degli aerei da caccia durante la Prima Guerra Mondiale. Il suo design innovativo, combinato con eccellenti prestazioni di volo, lo rese un velivolo temuto dai nemici e apprezzato dai piloti. Nonostante sia stato introdotto nelle fasi finali del conflitto, il MS.A.I ha lasciato un'impronta significativa nella storia dell'aviazione militare.  

 
16,00

The item has been added to your cart

Go to cart

You have reached the maximum quantity that can be added to the cart

Go to cart
Morane Saulnier MS.A.I 1/72 - KOVOZAVODY PROSTEJOV KPM0453
SKU KPV-72453
Brand KOVOZAVODY PROSTEJOV
Scale: 1/72
Nation: France
Period: WWI
Type: Aircraft
Category Kit

Kit aereo Morane Saulnier MS.A.I "Over France" in scala 1/72 - Modello KOVOZAVODY PROSTEJOV.  Il Morane-Saulnier MS.A.I, anche conosciuto come Morane-Saulnier Type AI, è un aereo da caccia monoposto francese utilizzato durante la Prima Guerra Mondiale. Fu progettato dalla ditta francese Morane-Saulnier e introdotto nei primi mesi del 1918. Caratteristiche Principali del Morane-Saulnier MS.A.I Progettazione e Costruzione: Origini: Il MS.A.I fu progettato come un caccia leggero e maneggevole per l'Armée de l'Air (l'aeronautica militare francese). Costruttore: Realizzato dalla Morane-Saulnier, un'azienda aeronautica francese rinomata per i suoi aerei innovativi. Design e Configurazione: Monoplano: Il MS.A.I era un monoplano ad ala alta a parasole, un design abbastanza raro per i caccia dell'epoca. Struttura: La struttura era principalmente in legno, con rivestimento in tela, tipica dei velivoli di quell'epoca. Dimensioni: Aveva un'apertura alare di circa 8,42 metri (27 piedi 7 pollici) e una lunghezza di circa 6,30 metri (20 piedi 8 pollici). Motorizzazione: Motore: Equipaggiato con un motore rotativo Gnome Monosoupape 9N da 160 cavalli (120 kW). Prestazioni: Poteva raggiungere una velocità massima di circa 200 km/h (124 mph) e aveva un'autonomia di circa 300 km (186 miglia). La velocità di salita era una delle migliori della sua categoria. Armamento: Mitragliatrice: Tipicamente armato con una mitragliatrice Vickers da 7,7 mm sincronizzata, montata davanti al pilota e sparante attraverso il disco dell'elica. Ruolo Operativo e Utilizzo Contesto Storico: Prima Guerra Mondiale: Il MS.A.I fu introdotto verso la fine della guerra, nel 1918. Nonostante il suo arrivo tardivo, ebbe un impatto significativo nelle ultime fasi del conflitto. Ruolo Operativo: Caccia: Il principale ruolo del MS.A.I era quello di caccia, impegnato nei combattimenti aerei contro gli aerei nemici. Ricognizione: Grazie alla sua velocità e manovrabilità, fu utilizzato anche per missioni di ricognizione tattica. Prestazioni e Affidabilità: Agilità: Il design monoplano rendeva il MS.A.I estremamente agile e capace di rapide manovre nei combattimenti aerei. Affidabilità: Nonostante alcune problematiche iniziali con il motore, il MS.A.I si dimostrò un velivolo affidabile e robusto. Utilizzo Post-Bellico: Addestramento: Dopo la guerra, molti MS.A.I furono utilizzati come aerei da addestramento per i nuovi piloti. Esportazioni: Alcuni esemplari furono esportati e utilizzati da altre forze aeree europee. Conclusione Il Morane-Saulnier MS.A.I rappresenta un'importante pietra miliare nell'evoluzione degli aerei da caccia durante la Prima Guerra Mondiale. Il suo design innovativo, combinato con eccellenti prestazioni di volo, lo rese un velivolo temuto dai nemici e apprezzato dai piloti. Nonostante sia stato introdotto nelle fasi finali del conflitto, il MS.A.I ha lasciato un'impronta significativa nella storia dell'aviazione militare.  

 
16,00

The item has been added to your cart

Go to cart

You have reached the maximum quantity that can be added to the cart

Go to cart
Sea Hurricane Mk IIc 1/48 - ARMA HOBBY 40009
SKU ARMH-40009
Brand ARMA HOBBY
Scale: 1/48
Nation: United Kingdom
Period: WWII
Type: Aircraft
Category Kit

Kit aereo da caccia britannico Sea Hurricane Mk IIc in scala 1/48 - Modello Arma Hobby. Il Sea Hurricane Mk IIC è una variante navalizzata del famoso caccia britannico Hawker Hurricane, adattata per l'uso su portaerei dalla Fleet Air Arm della Royal Navy durante la Seconda Guerra Mondiale. Questa versione specifica era armata con un armamento potenziato e aveva modifiche strutturali per operare efficacemente in ambiente marittimo. Caratteristiche Principali del Sea Hurricane Mk IIC Progettazione e Costruzione: Origini: Il Sea Hurricane nacque dalla necessità di un caccia basato su portaerei per la difesa della flotta. Il modello Mk IIC era una delle versioni più avanzate. Modifiche: Rispetto agli Hurricane terrestri, il Sea Hurricane Mk IIC aveva una struttura rinforzata per sopportare gli impatti dei decolli e degli appontaggi sulle portaerei. Era dotato di un gancio di arresto per gli appontaggi e, in alcune versioni, di ali pieghevoli per ottimizzare lo spazio sulle portaerei. Motorizzazione: Motore: Il Sea Hurricane Mk IIC era equipaggiato con un motore Rolls-Royce Merlin XX, un V12 raffreddato a liquido, che forniva circa 1.280 cavalli (950 kW). Prestazioni: Grazie a questo motore, il Sea Hurricane Mk IIC poteva raggiungere una velocità massima di circa 322 mph (518 km/h) a 22.000 piedi (6.706 metri) e aveva un'autonomia di circa 600 miglia (965 km). Armamento: Cannoni: Una delle caratteristiche distintive del Mk IIC era l'armamento potenziato, composto da quattro cannoni Hispano-Suiza HS.404 da 20 mm montati nelle ali, offrendo una potenza di fuoco superiore rispetto alle versioni precedenti. Opzioni Aggiuntive: Poteva anche trasportare bombe o razzi sotto le ali per missioni di attacco al suolo e anti-nave. Design e Configurazione: Struttura: La struttura del Sea Hurricane era robusta e adattata per le operazioni in mare. La configurazione generale rimaneva quella del classico Hurricane, con una fusoliera aerodinamica e ali monoplano. Gancio di Arresto: Integrato nella fusoliera posteriore, il gancio di arresto permetteva di agganciarsi ai cavi d'arresto della portaerei durante l'appontaggio. Ruolo Operativo e Impiego: Difesa della Flotta: Il Sea Hurricane Mk IIC era impiegato principalmente per la difesa della flotta contro gli attacchi aerei nemici. La sua potenza di fuoco lo rendeva efficace contro i bombardieri e i caccia nemici. Supporto e Attacco: Oltre alla difesa aerea, il Sea Hurricane poteva svolgere missioni di attacco al suolo e anti-nave, utilizzando il suo armamento pesante e le capacità di trasporto di bombe o razzi. Prestazioni e Affidabilità: Maneggevolezza: Il Sea Hurricane Mk IIC manteneva la maneggevolezza e le eccellenti caratteristiche di volo del modello terrestre, rendendolo un caccia formidabile sia in aria che in appontaggio. Affidabilità: La robustezza e l'affidabilità del design del Hurricane erano ulteriormente rafforzate per le operazioni marittime, affrontando le dure condizioni ambientali del mare aperto. Conclusione Il Sea Hurricane Mk IIC rappresenta un'importante evoluzione del caccia Hurricane, adattato per l'uso su portaerei e armato pesantemente per affrontare le sfide della guerra aerea marittima. Con il suo motore potente, l'armamento potenziato e le modifiche strutturali per le operazioni navali, il Sea Hurricane Mk IIC ha svolto un ruolo cruciale nella protezione delle flotte alleate e nel supporto delle operazioni navali durante la Seconda Guerra Mondiale. La combinazione di potenza di fuoco, maneggevolezza e robustezza lo rendeva un'arma formidabile e un componente chiave della difesa aerea marittima.  

 
64,00

The item has been added to your cart

Go to cart

You have reached the maximum quantity that can be added to the cart

Go to cart
Hurricane Mk II A/B/C 1/72 - ARMA HOBBY 70045
SKU ARMH-70045
Brand ARMA HOBBY
Scale: 1/72
Nation: United Kingdom
Period: WWII
Type: Aircraft
Category Kit

Kit aereo da caccia britannico Hurricane Mk II A/B/C Eastern Front in scala 1/72 - Modello Arma Hobby. Il Hurricane Mk II A/B/C Eastern Front si riferisce alle varianti del caccia britannico Hawker Hurricane Mk II utilizzate sul Fronte Orientale durante la Seconda Guerra Mondiale, in particolare da parte dell'Unione Sovietica, che ricevette numerosi Hurricane attraverso il programma di Lend-Lease. Caratteristiche Principali del Hurricane Mk II A/B/C Progettazione e Costruzione: Origini: Il Hawker Hurricane, progettato da Sydney Camm e costruito dalla Hawker Aircraft, era un caccia monoplano britannico. Le varianti Mk II rappresentavano un'evoluzione significativa rispetto al modello iniziale. Struttura: Il Hurricane Mk II aveva una fusoliera più robusta e ali migliorate, in grado di supportare armamenti più pesanti e diverse configurazioni. Motorizzazione: Motore: Il Hurricane Mk II era alimentato da un motore Rolls-Royce Merlin XX, che forniva circa 1.280 cavalli (950 kW). Prestazioni: Questo motore permetteva al caccia di raggiungere una velocità massima di circa 340 mph (547 km/h) e un'autonomia di circa 460 miglia (740 km). Varianti e Armamento: Hurricane Mk IIA: Equipaggiato con otto mitragliatrici Browning .303 (7,7 mm) montate nelle ali. Hurricane Mk IIB: Armato con dodici mitragliatrici Browning .303 e la possibilità di trasportare bombe sotto le ali. Hurricane Mk IIC: Dotato di quattro cannoni Hispano-Suiza HS.404 da 20 mm, offrendo una potenza di fuoco significativamente maggiore. Modifiche per l'Eastern Front: Adattamenti: Gli Hurricane inviati sul Fronte Orientale spesso subivano modifiche per adattarsi alle condizioni operative e climatiche della regione, inclusa la protezione del motore e l'adattamento agli armamenti sovietici. Supporto Sovietico: I tecnici sovietici spesso modificavano l'equipaggiamento di comunicazione e navigazione per renderlo compatibile con le attrezzature in uso nell'aviazione sovietica. Ruolo Operativo e Impiego: Difesa Aerea: Utilizzati per la difesa aerea contro i bombardieri e i caccia tedeschi, gli Hurricane giocavano un ruolo importante nella protezione delle città e delle installazioni militari sovietiche. Supporto al Suolo: Le varianti Mk IIB e Mk IIC, con la loro capacità di trasportare bombe e razzi, erano impiegate anche in missioni di supporto al suolo e attacco contro le truppe e le posizioni nemiche. Prestazioni e Affidabilità: Robustezza: Il Hurricane era noto per la sua robustezza e capacità di assorbire i danni, una caratteristica apprezzata dai piloti sul fronte orientale. Maneggevolezza: Nonostante non fosse il caccia più veloce del suo tempo, il Hurricane era molto maneggevole e stabile in volo, rendendolo efficace nei combattimenti aerei ravvicinati. Conclusione Il Hurricane Mk II A/B/C Eastern Front rappresenta l'uso strategico del celebre caccia britannico da parte dell'Unione Sovietica durante la Seconda Guerra Mondiale. Grazie al programma di Lend-Lease, molti Hurricane furono inviati sul fronte orientale, dove contribuirono significativamente alle operazioni di difesa aerea e supporto al suolo. Le varianti Mk IIA, Mk IIB e Mk IIC, con le loro differenti configurazioni di armamento, fornirono una flessibilità operativa che fu preziosa per l'aviazione sovietica. La combinazione di robustezza, maneggevolezza e potenza di fuoco rese il Hurricane un elemento importante della strategia aerea sul Fronte Orientale.  

 
42,00

The item has been added to your cart

Go to cart

You have reached the maximum quantity that can be added to the cart

Go to cart
Supermarine Spitfire Mk.Ia 1/72 - AIRFIX A01071C
SKU AX01071C
Brand AIRFIX
Scale: 1/72
Nation: United Kingdom
Period: WWII
Type: Aircraft
Category Kit

Kit aereo da caccia Supermarine Spitfire Mk.Ia in scala 1/72 - Modello Airfix.  Il Supermarine Spitfire Mk.Ia è una delle versioni iniziali del celebre caccia britannico Supermarine Spitfire, che ha giocato un ruolo cruciale durante la Seconda Guerra Mondiale, in particolare nella Battaglia d'Inghilterra. Questo aereo è famoso per la sua eleganza, maneggevolezza e capacità di combattimento. Caratteristiche Principali del Supermarine Spitfire Mk.Ia Progettazione e Costruzione: Origini: Il Supermarine Spitfire è stato progettato da R.J. Mitchell della Supermarine Aviation Works negli anni '30 come risposta alla necessità della Royal Air Force (RAF) di un nuovo caccia monoplano. Primo Volo: Il prototipo del Spitfire volò per la prima volta il 5 marzo 1936. La versione Mk.Ia entrò in servizio nel 1938. Struttura e Design: Ali Ellittiche: Una delle caratteristiche distintive del Spitfire era la forma ellittica delle sue ali, che offriva un'ottima combinazione di velocità, manovrabilità e stabilità. Fusoliera: La fusoliera era costruita principalmente in alluminio, con un design aerodinamico per ridurre la resistenza e migliorare le prestazioni di volo. Motorizzazione: Motore: Il Mk.Ia era alimentato da un motore Rolls-Royce Merlin III, un motore V12 raffreddato a liquido, capace di sviluppare circa 1.030 cavalli (768 kW). Prestazioni: Il caccia aveva una velocità massima di circa 355 mph (570 km/h) a 19.000 piedi (5.800 metri) e un'autonomia di circa 395 miglia (635 km). Armamento: Mitragliatrici: Il Mk.Ia era armato con otto mitragliatrici Browning .303 (7,7 mm) montate nelle ali, con 300 colpi per arma. Questo armamento era progettato per fornire un'alta cadenza di fuoco, essenziale per abbattere i bombardieri nemici. Ruolo Operativo e Impiego: Battaglia d'Inghilterra: Il Supermarine Spitfire Mk.Ia divenne famoso durante la Battaglia d'Inghilterra nel 1940, dove fu utilizzato principalmente per intercettare e combattere i caccia e i bombardieri tedeschi. Superiore al Nemico: La combinazione di velocità, manovrabilità e potenza di fuoco del Mk.Ia lo rese uno degli aerei da caccia più efficaci del suo tempo, capace di tenere testa ai caccia tedeschi come il Messerschmitt Bf 109. Prestazioni e Affidabilità: Maneggevolezza: Il Spitfire era noto per la sua eccellente maneggevolezza, permettendo ai piloti di effettuare manovre rapide e precise durante il combattimento aereo. Affidabilità: Sebbene avesse alcuni problemi meccanici iniziali, come tutti i nuovi aerei, il Spitfire Mk.Ia si dimostrò affidabile e robusto nelle mani dei piloti della RAF. Conclusione Il Supermarine Spitfire Mk.Ia è uno degli aerei da caccia più iconici e celebrati della Seconda Guerra Mondiale. La sua partecipazione alla Battaglia d'Inghilterra, dove contribuì significativamente alla difesa del Regno Unito contro l'offensiva aerea tedesca, ha cementato la sua reputazione nella storia dell'aviazione militare. Con il suo design elegante, la potenza del motore Rolls-Royce Merlin e l'armamento potente, il Spitfire Mk.Ia rappresenta un capolavoro dell'ingegneria aeronautica britannica e un simbolo della resistenza e della vittoria alleata.  

 
11,50

The item has been added to your cart

Go to cart

You have reached the maximum quantity that can be added to the cart

Go to cart
MiG-17F Fresco 1/72 - AIRFIX A03091A
SKU AX03091A
Brand AIRFIX
Scale: 1/72
Nation: Russia
Period: Dopoguerra
Type: Aircraft
Category Kit

Kit aereo da caccia Mikoyan-Gurevich MiG-17F 'Fresco' in scala 1/72 - Modello Airfix.  Il Mikoyan-Gurevich MiG-17F 'Fresco' è un aereo da caccia a reazione sviluppato dall'Unione Sovietica negli anni '50. È un'evoluzione del MiG-15, con miglioramenti nelle prestazioni, nella manovrabilità e nell'armamento. Ecco una panoramica dettagliata di questo velivolo: Caratteristiche Principali Design e Sviluppo Origini: Il MiG-17 è stato progettato per migliorare le prestazioni del MiG-15, in particolare per affrontare le minacce dei caccia a reazione americani come l'F-86 Sabre. Prototipo: Il primo volo del prototipo del MiG-17 avvenne nel gennaio 1950, e il modello entrò in servizio nel 1952. Ali: Presenta ali a freccia di 45 gradi, una configurazione che offre migliori prestazioni ad alta velocità. Propulsione Motore: Il MiG-17F è equipaggiato con un motore turbogetto Klimov VK-1F, che include un postbruciatore, aumentando notevolmente la spinta e le prestazioni a velocità elevate. Velocità: Raggiunge una velocità massima di circa 1.145 km/h (Mach 0.92) a livello del mare. Armamento Cannoni: Il MiG-17F è armato con tre cannoni: un Nudelman N-37 da 37 mm e due cannoni NR-23 da 23 mm, montati nel muso. Missili: Può essere equipaggiato con missili aria-aria e bombe per missioni di attacco al suolo. Impiego Operativo Conflitti: Il MiG-17F ha visto un ampio impiego in vari conflitti, tra cui la Guerra del Vietnam, la Crisi di Suez e diverse guerre arabo-israeliane. Guerra del Vietnam: Utilizzato dalle forze nordvietnamite, il MiG-17F si è dimostrato molto manovrabile in combattimenti aerei contro caccia americani come l'F-4 Phantom II. Altri Paesi: Oltre all'Unione Sovietica, è stato utilizzato da numerose forze aeree in tutto il mondo, inclusi Cina, Egitto, Polonia, Corea del Nord e molti altri. Varianti MiG-17: Versione iniziale senza postbruciatore. MiG-17F ('Fresco C'): Versione con motore VK-1F e postbruciatore. MiG-17PF: Versione da intercettazione equipaggiata con radar. MiG-17AS: Versione multiruolo con capacità di trasportare missili e razzi. Eredità Lunga Carriera: Il MiG-17 ha avuto una lunga carriera operativa e, in alcune nazioni, è rimasto in servizio fino agli anni '80 e oltre. Influenza: Ha influenzato lo sviluppo di successivi aerei da caccia e intercettori sovietici, contribuendo alla reputazione della famiglia MiG. In sintesi, il MiG-17F 'Fresco' è stato un aereo da caccia estremamente importante nella storia dell'aviazione militare, noto per la sua robustezza, manovrabilità e capacità di combattimento aereo. Ha lasciato un segno significativo in diversi conflitti e ha rappresentato un passo avanti nell'evoluzione dei caccia a reazione sovietici.  

 
23,00

The item has been added to your cart

Go to cart

You have reached the maximum quantity that can be added to the cart

Go to cart
Gloster Gladiator Mk.I/II 1/72 - AIRFIX A02052B
SKU AX02052B
Brand AIRFIX
Scale: 1/72
Nation: United Kingdom
Period: WWII
Type: Aircraft
Category Kit

Kit aereo da caccia Gloster Gladiator Mk.I/II in scala 1/72 - Modello Airfix.   Il Gloster Gladiator è un biplano da caccia britannico progettato e prodotto dalla Gloster Aircraft Company negli anni '30. Fu uno degli ultimi biplani da caccia utilizzati dalla Royal Air Force (RAF) e il primo aereo britannico con cabina di pilotaggio chiusa e carrello di atterraggio retrattile. Ecco una panoramica dei modelli principali: Gloster Gladiator Mk.I Introduzione: Il Gladiator Mk.I entrò in servizio nel 1937. Motore: Bristol Mercury IX radiale a 9 cilindri. Velocità: Circa 414 km/h. Armamento: Quattro mitragliatrici Vickers calibro .303 in ali (due per ala). Ruolo: Utilizzato principalmente come caccia per difesa territoriale e missioni di scorta. Gloster Gladiator Mk.II Introduzione: Il Gladiator Mk.II entrò in servizio poco dopo il Mk.I, con alcune modifiche per migliorarne le prestazioni. Motore: Bristol Mercury VIIIA radiale, una versione più potente del motore utilizzato nel Mk.I. Velocità: Simile al Mk.I, con alcune piccole variazioni in base alle condizioni operative. Armamento: Quattro mitragliatrici Browning calibro .303, con miglioramenti nella disposizione delle armi e nell'accesso per la manutenzione. Ruolo: Continuò a svolgere missioni simili al Mk.I, con un'enfasi maggiore sul pattugliamento e la protezione di convogli navali durante i primi anni della Seconda Guerra Mondiale. Impiego Operativo In Guerra: Il Gloster Gladiator fu utilizzato in vari teatri operativi durante la Seconda Guerra Mondiale, tra cui la Battaglia di Norvegia, la Difesa di Malta, il Medio Oriente e il Nord Africa. Altri Paesi: Oltre alla RAF, il Gladiator fu utilizzato da numerose altre forze aeree, tra cui quelle di Belgio, Finlandia, Grecia, Norvegia, Svezia e Cina. Eredità Ultimo Biplano: Il Gladiator è spesso ricordato come l'ultimo biplano da caccia operativo della RAF, segnando la transizione dai biplani ai monoplanicaccia che divennero standard durante la Seconda Guerra Mondiale. Prestazioni: Nonostante fosse superato dai nuovi monoplanicaccia, il Gladiator fu apprezzato per la sua manovrabilità e robustezza. In sintesi, il Gloster Gladiator Mk.I/II rappresenta una fase cruciale nella storia dell'aviazione militare britannica, fungendo da ponte tra l'era dei biplani e quella dei monoplanicaccia ad alte prestazioni.  

 
16,00

The item has been added to your cart

Go to cart

You have reached the maximum quantity that can be added to the cart

Go to cart
Bristol Bulldog Mk.II 1/48 - AIRFIX A05141
SKU AX05141
Brand AIRFIX
Scale: 1/48
Nation: United Kingdom
Period: WWII
Type: Aircraft
Category Kit

Kit aereo da caccia Bristol Bulldog Mk.II in scala 1/48 - Modello Airfix.  Il Bristol Bulldog Mk.II è un aereo da caccia biplano britannico progettato e costruito dalla Bristol Aeroplane Company negli anni '20 e '30. Il Bulldog è stato uno dei principali caccia della Royal Air Force (RAF) durante il periodo interbellico e ha rappresentato un importante passo avanti nell'evoluzione dei caccia aerei di quel periodo. Caratteristiche Principali del Bristol Bulldog Mk.II Progettazione e Costruzione: Origini: Il Bulldog fu progettato dal famoso ingegnere aeronautico Frank Barnwell. Il primo prototipo volò nel 1927, e la versione Mk.II, che era una versione migliorata, entrò in servizio nel 1929. Struttura: Il Bulldog era un biplano con fusoliera in metallo e ali in legno rivestite in tela. La configurazione biplano forniva una maggiore manovrabilità e robustezza strutturale, caratteristiche essenziali per i caccia dell'epoca. Motorizzazione: Motore: Il Bulldog Mk.II era equipaggiato con un motore radiale Bristol Jupiter VIIIF, che sviluppava circa 440 cavalli (328 kW). Prestazioni: Questo motore permetteva al Bulldog di raggiungere una velocità massima di circa 174 mph (280 km/h) e di salire a un'altitudine di servizio di circa 29.000 piedi (8.840 metri). Armamento: Mitragliatrici: L'armamento del Bulldog Mk.II consisteva in due mitragliatrici Vickers sincronizzate da 0.303 pollici (7,7 mm) montate sulla fusoliera. Queste mitragliatrici erano sincronizzate per sparare attraverso l'elica, una caratteristica comune nei caccia dell'epoca. Design e Configurazione: Ali: Le ali biplano erano di uguale lunghezza, con montanti e tiranti che le collegavano, fornendo una struttura robusta e leggera. Carrello di Atterraggio: Il carrello di atterraggio fisso era robusto e semplice, con ruote principali e un pattino di coda, tipico dei design dell'epoca. Ruolo Operativo e Impiego: Servizio RAF: Il Bulldog fu uno dei caccia principali della RAF durante gli anni '30 e rimase in servizio fino all'inizio della Seconda Guerra Mondiale, quando fu gradualmente sostituito da aerei più moderni. Operazioni: Sebbene non abbia partecipato a molti combattimenti significativi, il Bulldog era utilizzato principalmente per la difesa aerea del Regno Unito e per la formazione dei piloti. Prestazioni e Affidabilità: Manovrabilità: Il Bulldog era noto per la sua eccellente manovrabilità, che lo rendeva un aereo da combattimento efficace nel dogfighting (combattimento aereo ravvicinato). Affidabilità: Era considerato un aereo affidabile e robusto, con una buona resistenza strutturale e un motore potente per i suoi tempi. Conclusione Il Bristol Bulldog Mk.II è stato un caccia biplano di grande importanza per la Royal Air Force durante il periodo interbellico. Con il suo design robusto, buona manovrabilità e un potente motore radiale, rappresentava lo stato dell'arte della tecnologia aeronautica militare negli anni '30. Anche se non ha visto un'azione di combattimento significativa, il Bulldog ha contribuito alla difesa aerea del Regno Unito e alla formazione dei piloti che avrebbero poi combattuto nella Seconda Guerra Mondiale. La sua eredità risiede nella sua importanza come un passo cruciale nell'evoluzione dei caccia aerei durante un periodo di rapidi progressi tecnologici.  

 
36,00

The item has been added to your cart

Go to cart

You have reached the maximum quantity that can be added to the cart

Go to cart
Junker Ju-52/3m 1/72 - ITALERI 0102
SKU ITA-0102
Brand ITALERI
Scale: 1/72
Nation: Germany
Period: WWII
Type: Aircraft
Category Kit

Kit aereo Junker Ju-52/3m in scala 1/72 - Modello Italeri. Il Junkers Ju 52/3m è un aereo da trasporto trimotore tedesco, progettato e costruito dalla Junkers. È stato ampiamente utilizzato sia come aereo civile che militare dalla metà degli anni '30 fino alla fine della Seconda Guerra Mondiale. Conosciuto per la sua robustezza e versatilità, il Ju 52/3m è diventato uno degli aerei più iconici del periodo. Caratteristiche Principali del Junkers Ju 52/3m Progettazione e Costruzione: Origini: Il Ju 52 fu originariamente sviluppato come aereo civile monomotore nel 1930, ma la versione più nota, il Ju 52/3m, con tre motori, volò per la prima volta nel 1932. Struttura: L'aereo è caratterizzato da una struttura in metallo ondulato, tipica dei progetti della Junkers dell'epoca, che conferiva robustezza e durabilità. Configurazione: Trimotore con un'ala alta e un carrello di atterraggio fisso. Motorizzazione: Motori: Il Ju 52/3m è solitamente equipaggiato con tre motori radiali BMW 132 da 725 cavalli ciascuno, sebbene alcune versioni utilizzassero motori Pratt & Whitney R-1690 Hornet. Prestazioni: Aveva una velocità massima di circa 265 km/h (165 mph) e un'autonomia di circa 1.300 km (810 miglia). Capacità e Versatilità: Trasporto Civile: In configurazione civile, poteva trasportare fino a 17 passeggeri o una quantità equivalente di merci. Uso Militare: Durante la Seconda Guerra Mondiale, fu utilizzato principalmente come aereo da trasporto truppe e materiali, ma anche per evacuazione medica e come bombardiere di fortuna. Configurazione Interna: La cabina poteva essere configurata per varie missioni, inclusi trasporto di paracadutisti, merci e feriti. Ruolo Operativo: Lufthansa: La Lufthansa fu uno dei primi utilizzatori civili del Ju 52/3m, utilizzandolo per voli passeggeri e merci in tutta Europa e oltre. Luftwaffe: Nella Luftwaffe, il Ju 52/3m divenne un pilastro del trasporto aereo, utilizzato in quasi tutti i teatri di guerra, inclusi il fronte orientale, l'Africa del Nord e l'Europa occidentale. Prestazioni e Utilizzo Militare: Operazioni Notabili: Uno degli usi più noti del Ju 52/3m fu durante la campagna di Creta nel 1941, dove trasportò paracadutisti tedeschi nell'operazione Merkur. Robustezza: Era noto per la sua capacità di operare da piste di atterraggio non preparate e in condizioni difficili. Eredità e Impatto Storico: Durata Operativa: Il Ju 52/3m continuò a essere utilizzato anche dopo la Seconda Guerra Mondiale, con vari operatori civili e militari che ne apprezzavano la robustezza e la versatilità. Icona dell'Aviazione: La silhouette distintiva e la lunga storia operativa hanno reso il Ju 52/3m un simbolo dell'aviazione degli anni '30 e '40. Conclusione Il Junkers Ju 52/3m è un aereo leggendario, riconosciuto per la sua robustezza, versatilità e il significativo impatto operativo sia in ambito civile che militare. Ha giocato un ruolo cruciale nel trasporto aereo durante la Seconda Guerra Mondiale e ha continuato a essere utilizzato per molti anni dopo il conflitto. La sua storia e le sue prestazioni lo rendono uno degli aerei più iconici e riconoscibili del suo tempo.  

 
37,00

The item has been added to your cart

Go to cart

You have reached the maximum quantity that can be added to the cart

Go to cart
Bristol Beaufort Mk.I 1/48 - ICM 48314
SKU ICM-48314
Brand ICM
Scale: 1/48
Nation: United Kingdom
Period: WWII
Type: Aircraft
Category Kit

 Kit aereo da caccia Bristol Beaufort Mk.I Bombing raid in scala 1/72 - Modello ICM. NUMERO DI DETTAGLI 231+86 Il Bristol Beaufort Mk.I era un bombardiere silurante britannico utilizzato principalmente durante la Seconda Guerra Mondiale dalla Royal Air Force (RAF) e dalla Fleet Air Arm (FAA). Prodotto dalla Bristol Aeroplane Company, il Beaufort è stato impiegato per missioni di bombardamento, posizionamento di mine e attacchi con siluri contro le navi nemiche. Caratteristiche principali del Bristol Beaufort Mk.I: Progettazione e Sviluppo: Origini: Il Beaufort è stato sviluppato come evoluzione del Bristol Blenheim, un bombardiere leggero e aereo da ricognizione. La sua progettazione iniziò nel 1935 e il primo volo avvenne nel 1938. Struttura: Era un aereo bimotore con un equipaggio di quattro persone. Aveva un design robusto con ali medie e un carrello di atterraggio retrattile. Motorizzazione: Motori: La versione Mk.I era alimentata da due motori radiali Bristol Taurus, ciascuno capace di sviluppare circa 1.130 cavalli. Prestazioni: Il Beaufort Mk.I aveva una velocità massima di circa 271 miglia orarie (436 km/h) e un'autonomia di circa 1.600 miglia (2.575 km). Armamento: Siluri e Bombe: Il Beaufort era principalmente progettato per trasportare un singolo siluro da 18 pollici (457 mm), ma poteva anche trasportare bombe fino a 1.500 libbre (680 kg) o mine navali. Armamento Difensivo: Era dotato di mitragliatrici calibro .303 pollici (7,7 mm) montate in postazioni difensive, comprese le torrette dorsali e ventrali, e una mitragliatrice fissa nel naso. Ruolo Operativo: Bombardiere Silurante: Il ruolo principale del Beaufort era quello di attaccare le navi nemiche con siluri. Questo includeva missioni contro convogli nemici e navi da guerra. Posa di Mine: Oltre agli attacchi con siluri, il Beaufort era utilizzato per la posa di mine navali nelle acque nemiche, una tattica che si rivelò efficace nel danneggiare le operazioni marittime dell'Asse. Bombardamenti: Sebbene meno comune, il Beaufort veniva anche impiegato per missioni di bombardamento contro obiettivi terrestri. Servizio e Impatto: Teatri di Operazione: Il Beaufort Mk.I ha operato in diversi teatri di guerra, inclusi il Mediterraneo, l'Atlantico e il Pacifico. Successi: Ha partecipato a numerose missioni di successo, compresi attacchi contro navi da guerra tedesche e italiane. Varianti e Evoluzioni: Varianti: Oltre al Mk.I, furono sviluppate altre varianti come il Mk.II, che presentava miglioramenti nei motori e nell'armamento. Beaufighter: Il successo del Beaufort portò allo sviluppo del Bristol Beaufighter, un caccia pesante e aereo d'attacco che utilizzava molte componenti del Beaufort. Conclusione: Il Bristol Beaufort Mk.I è stato un aereo versatile e importante per la Royal Air Force durante la Seconda Guerra Mondiale. La sua capacità di trasportare siluri e mine, insieme alla sua robustezza e affidabilità, lo rendeva un'arma efficace contro le forze navali nemiche. La sua eredità proseguì con lo sviluppo del Beaufighter, che divenne uno degli aerei da attacco più formidabili della RAF.  

 
79,00

The item has been added to your cart

Go to cart

You have reached the maximum quantity that can be added to the cart

Go to cart
Lancaster B Mk.I/Mk.III 1/72 - HASEGAWA E23
SKU HAS-E23
Brand HASEGAWA
Scale: 1/72
Nation: United Kingdom
Period: WWII
Type: Aircraft
Category Kit

Kit aereo Lancaster B Mk.I/Mk.III in scala 1/72 - Modello Hasegawa. Il Avro Lancaster B Mk.I/Mk.III è un bombardiere pesante britannico utilizzato dalla Royal Air Force (RAF) durante la Seconda Guerra Mondiale. Progettato e costruito dalla Avro, il Lancaster è uno dei più famosi e efficaci bombardieri strategici della guerra, noto per la sua capacità di trasportare grandi carichi di bombe su lunghe distanze. Caratteristiche principali del Avro Lancaster B Mk.I/Mk.III: Progettazione e Costruzione: Origine: Sviluppato a partire dal precedente bombardiere Avro Manchester, il Lancaster è stato progettato da Roy Chadwick e ha volato per la prima volta nel 1941. Struttura: Il Lancaster aveva una struttura interamente in metallo con un'ala alta e un'ampia fusoliera per ospitare grandi quantità di bombe. Motorizzazione: Motori: Entrambe le versioni Mk.I e Mk.III erano alimentate da quattro motori Rolls-Royce Merlin, anche se alcune versioni Mk.III montavano motori Packard Merlin, costruiti su licenza negli Stati Uniti. Potenza: Ogni motore sviluppava circa 1.280 cavalli, fornendo al Lancaster la potenza necessaria per trasportare carichi pesanti e volare a lunghe distanze. Armamento: Bombardamento: Il Lancaster poteva trasportare fino a 14.000 libbre (circa 6.350 kg) di bombe in una singola missione, e in alcune versioni modificate, poteva trasportare bombe speciali come la "Grand Slam" da 22.000 libbre (circa 10.000 kg). Difesa: Il bombardiere era armato con dieci mitragliatrici calibro 0.303 pollici (7,7 mm) montate in torrette nella parte anteriore, superiore e posteriore della fusoliera, oltre a una torretta ventrale su alcune versioni. Equipaggio: Numero di membri: Il Lancaster richiedeva un equipaggio di sette persone: pilota, ingegnere di volo, navigatore, bombardiere, operatore radio e due mitraglieri. Operazioni e Utilizzo: Campagne di Bombardamento: Il Lancaster è stato ampiamente utilizzato nelle campagne di bombardamento strategico contro la Germania, compresi raid notturni su città e installazioni industriali. Raid Dambusters: Uno degli usi più celebri del Lancaster fu durante l'Operazione Chastise nel 1943, meglio conosciuta come i "Dambusters", dove versioni modificate del Lancaster furono usate per distruggere le dighe tedesche con bombe rimbalzanti. Differenze tra Mk.I e Mk.III: Motori: La differenza principale tra le due versioni sta nei motori: il Mk.I utilizzava motori Rolls-Royce Merlin costruiti nel Regno Unito, mentre il Mk.III utilizzava motori Packard Merlin costruiti negli Stati Uniti, che erano essenzialmente gli stessi motori prodotti su licenza. Produzione: Entrambe le versioni erano per lo più identiche in termini di design e capacità operative, e molti Lancaster venivano aggiornati in servizio con parti intercambiabili. Eredità e Significato Storico: Efficienza e Versatilità: Il Lancaster è ricordato per la sua efficienza come bombardiere strategico e per la sua capacità di adattarsi a diverse missioni e carichi di bombe. Contributo alla Vittoria Alleata: Il bombardiere ha giocato un ruolo cruciale nella strategia di bombardamento alleata, contribuendo in modo significativo alla sconfitta della Germania nazista. Conclusione: Il Avro Lancaster B Mk.I/Mk.III è un simbolo della potenza aerea britannica durante la Seconda Guerra Mondiale, noto per la sua capacità di trasportare grandi carichi di bombe con precisione e affidabilità. Le sue numerose missioni, inclusi i raid strategici e le operazioni speciali come i Dambusters, lo hanno reso una delle macchine da guerra più iconiche e rispettate del conflitto.  

 
69,00

The item has been added to your cart

Go to cart

You have reached the maximum quantity that can be added to the cart

Go to cart
F-4E Phantom II Ace Combat 7 Skies 1/72 - HASEGAWA SP586
SKU HAS-SP586
Brand HASEGAWA
Scale: 1/72
Nation: United States of America
Period: Modern
Type: Aircraft
Category Kit

Kit aereo Ace Combat 7: Skies Unknown F-4E Phantom II "Mobius 1" Limited Edition in scala 1/72 - Modello Hasegawa. Ace Combat 7: Skies Unknown è un simulatore di volo arcade sviluppato da Bandai Namco Entertainment, noto per la sua combinazione di combattimenti aerei realistici e una trama avvincente. Il gioco è ambientato in un mondo immaginario e fa parte della lunga serie Ace Combat, amata per la sua azione frenetica e i dettagli accurati degli aerei. F-4E Phantom II "Mobius 1" in Ace Combat 7: Skies Unknown Contesto del Gioco: Ambientazione: Ace Combat 7 si svolge in un universo immaginario, chiamato Strangereal, e narra la storia del conflitto tra la Federazione Oseana e il Regno di Erusea. Personaggi: Il giocatore assume il ruolo di diversi piloti durante la campagna principale, ma uno dei più iconici è Mobius 1, un leggendario pilota protagonista di Ace Combat 04: Shattered Skies. F-4E Phantom II: Descrizione dell'Aereo: L'F-4E Phantom II è un caccia multiruolo a lungo raggio, originariamente sviluppato dalla McDonnell Aircraft per la United States Navy e la United States Marine Corps. È noto per la sua versatilità, potenza di fuoco e robustezza. Capacità e Armamento: L'F-4E è equipaggiato con un cannone M61 Vulcan da 20 mm, missili aria-aria e aria-terra, e può essere utilizzato per una vasta gamma di missioni, dalle intercettazioni aeree agli attacchi al suolo. "Mobius 1": Significato: Mobius 1 è un personaggio simbolico nella serie Ace Combat, noto per essere uno dei piloti più abili e rispettati. È il protagonista del gioco Ace Combat 04: Shattered Skies, e il suo aereo caratteristico è l'F-4E Phantom II. Livrea Speciale: In Ace Combat 7, l'F-4E Phantom II può essere personalizzato con la livrea di Mobius 1, caratterizzata da un distintivo simbolo "Mobius", che è un anello infinito, simboleggiando l'abilità senza fine del pilota. Utilizzo nel Gioco: Gameplay: L'F-4E Phantom II "Mobius 1" è disponibile come DLC o contenuto speciale all'interno del gioco. I giocatori possono pilotarlo durante le missioni della campagna principale o nelle modalità multiplayer. Prestazioni: Nel gioco, l'F-4E è progettato per riflettere le sue caratteristiche reali, offrendo un'esperienza di volo bilanciata con buone capacità di manovra, velocità e potenza di fuoco. Conclusione: L'F-4E Phantom II "Mobius 1" in Ace Combat 7: Skies Unknown è un omaggio a uno dei personaggi più iconici della serie Ace Combat. Offre ai giocatori la possibilità di volare con uno degli aerei più celebri del gioco, dotato di una livrea distintiva e carismatiche prestazioni di volo. La combinazione del realismo del Phantom II con la leggenda di Mobius 1 rende questa opzione particolarmente apprezzata dagli appassionati del franchise.  

 
52,00

The item has been added to your cart

Go to cart

You have reached the maximum quantity that can be added to the cart

Go to cart
SR-71 Blackbird 1/72 - HASEGAWA 02464
SKU HAS-02464
Brand HASEGAWA
Scale: 1/72
Nation: United States of America
Period: Cold War
Type: Aircraft
Category Kit

Kit aereo SR-71 Blackbird (A Version) 'First Aircraft'  in scala 1/72 - Modello Hasegawa. Il SR-71 Blackbird (A Version) 'First Aircraft' si riferisce al primo prototipo e alla prima variante operativa del leggendario aereo da ricognizione ad alta velocità Lockheed SR-71 Blackbird. Questo aereo è stato sviluppato negli Stati Uniti durante la Guerra Fredda per condurre missioni di ricognizione a lungo raggio e ad alta velocità, operando a quote elevate per evitare la rilevazione radar e altri mezzi di difesa nemici. Caratteristiche del SR-71 Blackbird (A Version): Design e Struttura: Aereo da Ricognizione: Progettato principalmente per missioni di ricognizione strategica, il SR-71 era caratterizzato da una forma aerodinamica avanzata che riduceva la resistenza e massimizzava l'efficienza a velocità supersoniche. Materiali Avanzati: Costruito principalmente in titanio per resistere alle alte temperature generate dall'attrito atmosferico a velocità estremamente elevate. Motore e Prestazioni: Propulsione: Equipaggiato con due motori turbojet Pratt & Whitney J58, capaci di spingere l'aereo oltre Mach 3 (circa 3.540 km/h). Velocità e Altitudine: Il SR-71 poteva volare a una velocità massima superiore a Mach 3 e a quote superiori a 25.000 metri, rendendolo uno degli aerei più veloci e ad alta quota mai costruiti. Tecnologia e Sensori: Sensori di Ricognizione: Equipaggiato con avanzati sistemi di raccolta dati e sensori ottici e radar per missioni di ricognizione a lungo raggio. Tecnologie Stealth: Utilizzava tecniche di design stealth per ridurre la sua rilevabilità radar, anche se non era un aereo stealth nel senso moderno del termine. Storia Operativa: Servizio Attivo: Entrato in servizio nel 1966 con l'US Air Force (USAF), il SR-71 ha operato principalmente durante la Guerra Fredda, conducendo missioni di ricognizione su obiettivi strategici in tutto il mondo. Ruolo Critico: Ha fornito informazioni cruciali sulle capacità militari dei paesi avversari, monitorato test di armi nucleari e svolto ruoli di intelligence strategica. Legacy e Retaggio: Innovazione Tecnologica: Il SR-71 è rimasto un simbolo di avanzamento tecnologico e capacità ingegneristica degli Stati Uniti. Record di Velocità e Prestazioni: Ha stabilito numerosi record di velocità e prestazioni che sono ancora in piedi oggi. "First Aircraft": Primo Prototipo: Il termine "First Aircraft" indica che si tratta del primo esemplare costruito della serie SR-71 Blackbird, utilizzato per i test iniziali e lo sviluppo del programma. Sviluppo e Test: Come prototipo, il "First Aircraft" avrebbe svolto ruoli cruciali nella validazione delle prestazioni, della stabilità e delle capacità operative del nuovo aereo. Conclusione: Il SR-71 Blackbird (A Version) 'First Aircraft' rappresenta il primo prototipo e il primo passo nella creazione di uno dei più iconici e avanzati aerei da ricognizione della storia militare. Grazie alla sua velocità, capacità di volo ad alta quota e tecnologia di punta, il SR-71 ha giocato un ruolo significativo nelle operazioni di intelligence degli Stati Uniti durante un periodo di tensione internazionale.  

 
52,00

The item has been added to your cart

Go to cart

You have reached the maximum quantity that can be added to the cart

Go to cart
Mitsubishi F-2A/B 1/72 - HASEGAWA 02463
SKU HAS-02463
Brand HASEGAWA
Scale: 1/72
Nation: Japan
Period: Modern
Type: Aircraft
Category Kit

Kit aereo Mitsubishi F-2A/B '3SQ Veer Guardian 23' Limited Edition in scala 1/72 - Modello Hasegawa. Il Mitsubishi F-2A/B "3SQ Veer Guardian 23" è un aereo da combattimento multifunzionale sviluppato congiuntamente da Mitsubishi Heavy Industries (MHI) e Lockheed Martin per la Japan Air Self-Defense Force (JASDF). È basato sul famoso caccia statunitense Lockheed Martin F-16 Fighting Falcon, ma è stato ampiamente modificato per soddisfare i requisiti specifici delle forze di autodifesa giapponesi. Caratteristiche del Mitsubishi F-2A/B: Design e Struttura: Basato sull'F-16: Il F-2 deriva dalla piattaforma dell'F-16, ma è stato modificato per migliorare le prestazioni aerodinamiche, la capacità di carico di armamenti e l'affidabilità in vari ambienti operativi. Materiali Compositi: Utilizzo esteso di materiali compositi per ridurre il peso e migliorare l'aerodinamica. Dimensioni: Dimensioni simili all'F-16, con una lunghezza di circa 15 metri e un'apertura alare di circa 10 metri. Motori e Prestazioni: Motore: Equipaggiato con un motore turbofan General Electric F110-GE-129, che fornisce una spinta significativamente migliorata rispetto agli F-16 tradizionali. Prestazioni: Velocità massima superiore a Mach 2 e capacità di manovra avanzata, adatta per operazioni di difesa aerea e attacco al suolo. Armamento e Avionica: Armamento: Capacità di trasportare una vasta gamma di armamenti, inclusi missili aria-aria, missili aria-superficie, bombe intelligenti e munizioni guidate. Avionica: Equipaggiato con una suite avanzata di avionica e sensori, inclusi radar multifunzione, sistemi di guerra elettronica e display multifunzione nel cockpit. Utilizzo Operativo: Ruolo: Il Mitsubishi F-2 è utilizzato principalmente per missioni di difesa aerea, pattugliamento marittimo, supporto aereo ravvicinato e attacco al suolo di precisione. Operatività: In servizio attivo con la JASDF, il F-2 rappresenta una componente cruciale della capacità di difesa aerea del Giappone, particolarmente in un contesto di sicurezza regionale complesso. "3SQ Veer Guardian 23": Identificativo: "3SQ" sta per 3rd Squadron, una delle squadriglie operative della JASDF che opera il Mitsubishi F-2. Veer Guardian 23: Il termine "Veer Guardian 23" potrebbe fare riferimento a un particolare codice di chiamata o una designazione interna specifica per l'unità operativa del F-2A/B. Significato Storico e Importanza: Collaborazione Internazionale: Il programma F-2 rappresenta una delle principali collaborazioni tra Giappone e Stati Uniti nell'ambito della difesa aerea e della modernizzazione delle forze armate giapponesi. Tecnologia Avanzata: L'integrazione di tecnologie avanzate, come motori potenti, avionica sofisticata e capacità di carico di armi diverse, posiziona il F-2 come un aereo moderno e versatile per le esigenze operative contemporanee. In sintesi, il Mitsubishi F-2A/B "3SQ Veer Guardian 23" rappresenta un importante assetto nella difesa aerea e nelle capacità di attacco del Giappone, derivato dall'F-16 ma con modifiche significative per migliorare le prestazioni e adattarlo alle esigenze specifiche della JASDF.  

 
47,00

The item has been added to your cart

Go to cart

You have reached the maximum quantity that can be added to the cart

Go to cart
F-35 Lightning II 1/72 - HASEGAWA 02465
SKU HAS-02465
Brand HASEGAWA
Scale: 1/72
Nation: United States of America
Period: Modern
Type: Aircraft
Category Kit

Kit aereo F-35 Lightning II (A version) 'J.A.S.D.F. 301SQ 50th Anniversary' Limited Edition  in scala 1/72 - Modello Hasegawa.  Il F-35 Lightning II (A version) 'J.A.S.D.F. 301SQ 50th Anniversary' si riferisce a una variante specifica dell'aereo da combattimento multifunzionale F-35 Lightning II, utilizzato dalla Japan Air Self-Defense Force (J.A.S.D.F.). Questo particolare aereo è stato personalizzato per celebrare il 50º anniversario della 301ª Squadriglia della J.A.S.D.F., una delle unità operative che utilizza l'aereo F-35. Caratteristiche del F-35 Lightning II (A version): Design e Struttura: Aereo Multifunzionale: Il F-35 Lightning II è progettato per essere un caccia di quinta generazione, caratterizzato da un design stealth avanzato che riduce la sua rilevabilità radar. Varianti: Esistono diverse varianti dell'F-35, tra cui le versioni A (con decollo e atterraggio convenzionale), B (con decollo corto e atterraggio verticale) e C (navale per portaerei). Materiali Avanzati: Utilizzo esteso di materiali compositi per ridurre il peso e massimizzare le prestazioni aerodinamiche. Motori e Prestazioni: Propulsione: Equipaggiato con un motore Pratt & Whitney F135 o un motore GE Rolls-Royce F136, a seconda della variante. Velocità e Capacità di Manovra: Il F-35 è capace di volare a velocità supersoniche e dispone di avanzati sistemi di avionica e di controllo digitale per migliorare la manovrabilità. Capacità Operative: Armamento: Può trasportare una vasta gamma di armamenti, inclusi missili aria-aria, missili aria-superficie, bombe intelligenti e munizioni guidate. Avionica e Sensori: Equipaggiato con radar multifunzione, suite di sensori avanzati, display integrati nel cockpit e sistemi di guerra elettronica per missioni di superiorità aerea e attacco al suolo. Utilizzo Operativo: Ruolo nella J.A.S.D.F.: L'F-35 è stato introdotto nella J.A.S.D.F. per migliorare le capacità di difesa aerea del Giappone e per operazioni di difesa avanzata. Modernizzazione delle Forze Armate: Rappresenta un'importante componente della modernizzazione delle forze armate giapponesi, consentendo di mantenere la superiorità aerea e di affrontare minacce contemporanee. "J.A.S.D.F. 301SQ 50th Anniversary": Celebrazione: Il termine "50th Anniversary" indica che questa variante specifica dell'F-35 è stata personalizzata per celebrare il 50º anniversario della 301ª Squadriglia della J.A.S.D.F. Personalizzazione: Potrebbe includere decorazioni speciali, marcature commemorative o modifiche specifiche per onorare questo traguardo storico. Significato Storico e Importanza: Partnership Internazionale: Il programma F-35 è stato sviluppato in collaborazione tra vari paesi, tra cui gli Stati Uniti e i suoi alleati, contribuendo alla sicurezza e alla difesa globale. Tecnologia Avanzata: Il F-35 rappresenta uno dei più avanzati aerei da combattimento della sua generazione, con tecnologie stealth, avionica avanzata e capacità di missione versatile. In sintesi, il F-35 Lightning II (A version) 'J.A.S.D.F. 301SQ 50th Anniversary' è una variante personalizzata dell'F-35 utilizzata dalla Japan Air Self-Defense Force per commemorare il 50º anniversario della 301ª Squadriglia. Con le sue capacità avanzate e la sua tecnologia di punta, l'F-35 continua a svolgere un ruolo cruciale nella difesa aerea e nelle operazioni militari del Giappone.  

 
46,00

The item has been added to your cart

Go to cart

You have reached the maximum quantity that can be added to the cart

Go to cart
B-17F Flying Fortress 1/72 - HASEGAWA 02462
SKU HAS-02462
Brand HASEGAWA
Scale: 1/72
Nation: United States of America
Period: WWII
Type: Aircraft
Category Kit

Kit aereo B-17F Flying Fortress 'Miami Clipper' Limited Edition in scala 1/72 - Modello Hasegawa. Il B-17F Flying Fortress "Miami Clipper" è una versione del celebre bombardiere pesante quadrimotore Boeing B-17 Flying Fortress, utilizzato ampiamente dalle Forze Aeree dell'Esercito degli Stati Uniti (USAAF) durante la Seconda Guerra Mondiale. Il soprannome "Miami Clipper" era specifico per uno dei numerosi B-17F in servizio. Car Design e Struttura: Costruzione: Costruzione in metallo, con una struttura robusta che offriva una buona resistenza ai danni in combattimento. Dimensioni: Apertu Equipaggio: Equipaggio tipico di 10 persone, inclusi piloti, bombardiere, navigatore, operatori radio e mitraglieri. Motore e Prestazioni: Motori: Quattro motori radiali Wright R-1820 Cyclone, ciascuno capace di erogare circa 1.200 cavalli di potenza. Velocità e Raggio d'Azione: Velocità massima di circa 462 km/h, con un'autonomia di circa 3.200 km. Altitudine Operativa: Capacità di volare a un'altitudine massima di circa 10.800 metri. Armamento: Difensivo: Armato con 13 mitragliatrici Browning M2 da 12,7 mm, posizionate in varie torrette e postazioni per coprire a 360 gradi. Offensivo: Capacità di trasportare fino a 8.000 libbre (circa 3.600 kg) di bombe, distribuite in diverse configurazioni per missioni a lungo raggio e bombardamenti strategici. Utilizzo Operativo: Missioni: Utilizzato principalmente per bombardamenti strategici a lungo raggio contro obiettivi nemici in Europa, tra cui fabbriche, cantieri navali, infrastrutture di trasporto e altre installazioni militari. Formazioni: Spesso volava in grandi formazioni per fornire copertura difensiva reciproca contro attacchi di caccia nemici. "Miami Clipper": Personalizzazione: Come molte altre fortezze volanti, il "Miami Clipper" era probabilmente decorato con una nose art distintiva, una pratica comune per i bombardieri di quel periodo. La personalizzazione dei velivoli con nomi e immagini uniche era un modo per gli equipaggi di instillare un senso di identità e cameratismo. Servizio: Sebbene non ci siano dettagli specifici ampiamente documentati sul "Miami Clipper" in particolare, come qualsiasi altro B-17, avrebbe partecipato a numerose missioni di bombardamento su territori nemici durante la guerra. Significato Storico: Ruolo Cruciale: Il B-17 Flying Fortress ha svolto un ruolo cruciale nella strategia di bombardamento alleato, contribuendo significativamente alla distruzione delle capacità industriali e militari dell'Asse. Resistenza e Robustezza: Conosciuto per la sua capacità di subire danni significativi e continuare a volare, il B-17 è diventato un simbolo di resistenza e robustezza. Eredità: La sua importanza storica e il design innovativo hanno reso il B-17 una delle icone più riconosciute della Seconda Guerra Mondiale. In Sintesi: Il B-17F Flying Fortress "Miami Clipper" è un esempio rappresentativo dei bombardieri pesanti utilizzati dagli Stati Uniti durante la Seconda Guerra Mondiale. Con il suo robusto design, armamento pesante e capacità di operare su lunghe distanze, il B-17 ha giocato un ruolo fondamentale nelle campagne di bombardamento strategico contro le forze dell'Asse. Il "Miami Clipper", con la sua personalizzazione distintiva, rappresenta la tradizione degli equipaggi di aggiungere un tocco personale ai loro velivoli, riflettendo il loro spirito e determinazione durante il conflitto.  

 
53,00

The item has been added to your cart

Go to cart

You have reached the maximum quantity that can be added to the cart

Go to cart